“Buttiamola, dai!”

 Inter-Fiorentina.fio-int6x326

Mazzarri contro Montella.
Il 3° monte-ingaggi contro 7° (o l’8°).
Nazionali contro scarti.
Ma secondo Mazzarri quelli da scudetto siamo noi e il bello è che guardando la partita…. è vero!

60 minuti di controllo (non possesso Walterone, controllo) palla e partita, il ritmo lo da la Fiorentina, le accelerazioni e le rallentate, i dribbling e le “giohate“.
Dall’altra parte ci sono 11 ragazzoni in maglia nerablu (o non era azzurro una volta?) tutti rannicchiati davanti alla loro area di rigore che aspettano l’occasione di un errore viola o di un rimpallo per catapultarsi palla al piede come ossessi verso la porta di Neto, senza un’idea di gioco, addirittura spesso senza nemmeno un passaggio al compagno.
E’ il gioco di Mazzarri, lo fanno bene però, perchè sono in grande forma fisica.
Domani ‘un lo so, però con noi ci giocavan ieri.

Tornando al 60esimo, succede che andiamo meritatamente in vantaggio.
Il cross è del bravo Alonso, già ben integrato, il fallo è su Joaquin che ieri abbiamo visto nella sua veste migliore, speriamo definitiva, di puntero largo piedi-buoni.

Rigjames-bond-party-fundraiser-cancer-care-75ore.
Gol.
Si chiama Rossi, Giuseppe Rossi.

Seguono 10 minuti nei quali, mentre l’Inter si sta smusando contro il muro-ambrosiano dei suoi tifosi ammirati dal suo “nullagioco-mazzariano“, la Fiorentina-tutta, presa ormai dal suo ruolo di dominatrice della partita, decide di voltare pagina.

Suvvia, hossì si vince facile, se passa ‘i bruttaio, codesti toponi ‘un li fa nemmen finire la partita! Diamoni una mano: ora tutti indietro in difesaaaa!“,
poi visto ‘un si concludeva nulla, ci pensa Montella: togli Rossi metti Ilicic.
Detto “el Grinta… ronf!“.

Niente da fare, questi più d’un corner ‘un combinano.
Allora si sente un urlaccio (dagli spalti?): “O m’annoiooooooo! Buttiamola, daiiiii!”

Era la parola d’ordine, perchè Neto esce (e ‘un lo fa mai!), il pratico Tomovic tenta un “sombrergol-intero” in area-portiere, Aquilani salta rasoterra e Cambiasso, mentre sviene d’ammirazione, colpisce la palla e segna il pareggio.

Ora ci si diverte, teniamoci la pancia!” dice uno costà.
E Sancho Pancha Fernandez lo prende in parola perchè solo trattenendosela poteva evitare di portare via la palla a Jonathan, gabbiano triste, che segnerà un gol da raccontare ai nipotini con un dettagliato “Boh?“.

Conf-MontellaFinisce che Mazzarri scappa via a leggere il risultato al televideo e Montella a spiegacci a skai che l’era una partita “a perdere”, quindi s’è vinto noi.

Sarà, ma per me ‘un va bene nulla, l’è tutto da rifare!

GATTACCIO VIOLA

2 Commenti

  1. Benvenuto Gattaccio! Direi un esordio da… top player 🙂
    Hai fatto bene a sottolineare il monte ingaggi, non tanto perché deve essere un alibi per noi, ma perché Mazzarri non può farci credere che ha preso in mano il Borgorosso. Per il resto spero che Joaquin abbia ancora margini di miglioramento.
    Alla prossima!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.