Gomez, Borja Valero, Ilicic, Ambrosini

Gomez

Gomez il migliore contro la JuventusDa Luglio 2013 aspettavamo questo gol, un gol che non deve esaltarci, ma che ci consentirà di giocare il ritorno a Firenze con uno spiraglino aperto. Il primo a non esaltarsi è stato proprio Gomez che ha avuto un’esultanza parca, sicuro di aver fatto qualcosa di grande, consapevole che la strada è ancora lunghissima e difficilissima.

Borja Valero

Medagliere Fiorentina: medaglia d'ArgentoHa giocato “dappertutto”. Siamo abituati a vedere Borja giocare a tutto campo ed essere sempre al centro dell’azione, ma ieri sera ha per davvero giocato ovunque. Partito come vertice alto del rombo è stato l’unico ad andare negli spazi, ha dato copertura in difesa, ha dato respiro a centrocampo quando c’era da far sparire il pallone. Ha fatto anche un bel tiro alla fine della partita facendo tremare le mani a Buffon.

Ilicic

Medagliere Fiorentina: medaglia di BronzoFino a metà della ripresa era stato il peggiore insieme ad Aquilani. Poi ha avuto l’illuminazione del lancio per Gomez e si è guadagnato la medaglia di bronzo. Sembra una persona molto umile, uno che in campo prova anche ad impegnarsi e infatti lo abbiamo visto spesso rincorrere e lottare, purtoppo con scarso successo. Ha il piede, ha il dribbling, ha il tiro, però non ha la velocità di gambe e certe volte nemmeno l’intuizione. Montella però continua a farlo giocare quindi ci dovremo accontentare di sciogliere le riserve solo con la fine del campionato. Ilicic carne o pesce?

Ambrosini

Medagliere Fiorentina: medaglia di BronzoGioca Una mezz’oretta come Gomez entrando al posto di Mati e si piazza nel proprio ruolo: mediano a distruggere. Alla prima occasione stecca subito uno juventino e chiede scusa, alla seconda stecca Vidal alla caviglia e chiede scusa. Non ha più il passo, ma ha l’esperienza e la cattiveria che mancano alla Fiorentina. Ad una Fiorentina che vuol giocare al top.

1 Commento

  1. Giudizi un po’ avventati del dopo partita avevano dato l’insufficienza a Borja Valero. Mi fa piacere che anche tu l’abbia vista diversamente… un vero campiona sa anche quando serve correre, tampinare, tamponare, rincorrere, rinunciando ad essere prima donna.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.