Le dimensioni contano ?

misurazione-dimensioni-viola-Prendo spunto dall’articolo “La dimensione della Fiorentina? Tra 4° e 5° posto…” sul sito dei tifosi Fiorentina.it dove si espone una lunga analisi delle stagioni in serie A della nostra amata Viola nel tentativo di dare una risposta all’annoso quesito che da anni imperversa nelle menti dei tifosi della Fiorentina (soprattutto quelli maschi) e che Montella ha rilanciato provocatoriamente qualche giorno fa: le dimensioni contano?
E, soprattutto, qual’è la nostra?

L’articolista ha le idee chiare e ce le snocciola a suon di numeri e tabelle.

statistiche_30_anni
Statistica risultati Fiorentina ultimi 30 stagioni

Ok allora diciamo che i numeri sono quelli… se prendiamo tutti i 77 anni, cioè anche gli anni in cui bastava fare una squadra di giovani promettenti come la “YèYè” del 68/69 e si vinceva lo scudetto.

Ma se rifacciamo i conti a partire dagli anni in cui il calcio diventa veramente un business?
Prendiamo come inizio di quel calcio il 1985/86, anno di arrivo al Milan di Berlusconi (in realtà arrivò a gennaio, ma in quell’anno arrivammo 4° e lo voglio tener buono) e guarda caso è l’anno successivo all’ultimo Scudetto “ruspante”, quello del Verona.

Se prendiamo le statistiche di queste ultime 30 stagioni ci accorgeremmo come dovendo pianificare e spendere molto di più che nei 47 precedenti per ottenere successi, i risultati sono stati molto inferiori a quelli della statistica sui 77 anni.

E ci accorgeremmo come il “peso” dei buoni risultati delle Fiorentina “con i Della Valle” è molto sostanzioso rispetto alla media di quei 30 anni.
E tra quelle dei Della Valle spiccano quelle degli ultimi 3 anni con Montella.

Un esempio? Negli ultimi 30 anni non siamo mai arrivati al 1° o 2° posto, siamo arrivati 11 volte tra il 3° e il 5° (di cui 7 volte con i DV, di cui 3 con Montella), ma siamo anche arrivati 13 volte tra il 9° e il 17° (di cui solo 4 volte con i DV).

Morale? Siamo si da 4° o 5° posto ma soprattutto grazie agli ultimi anni di stabilità, se togliamo quelli la nostra dimensione naturale nell’era del calcio-business è molto inferiore.

9 Commenti

  1. Gattaccio… ti vedo in forma 🙂
    Avevo letto anch’io l’articolo e concordo che sia degno di nota… concordo soprattutto sulla tua analisi.
    In generale, però, mi ero imposto di fare analisi di dettaglio a fine campionato, perché alla fine anche 4 punti possono spostare il giudizio di una stagione. Ritornerò quindi a fine mese su questo, perché è interessante vedere cosa è successo a livello di campionato, per misurare meglio anche la stagione viola.
    Rimanendo alle dimensioni… contano (purtroppo o per fortuna dipende dai punti di vista 🙂 ). E penso che i tifosi, dopo aver reagito di pancia alle affermazioni di pancia (ma anche di testa) di Montella, stanno piano piano capendo le parole del Mister… come piano piano si stanno accorgendo di averla fatta di fuori con il comunicato contro Cognigni… perché è un comunicato contro Andrea Della Valle.
    Tutto questo per dire che in questi tre anni di Montella era veramente difficile fare meglio di quello che ha fatto Montella… E’ d’altra parte vero che questo non necessariamente è sufficiente per affermare che il Montella IV sia la migliore soluzione. E su questo anch’io non posso dire che “sto con Della Valle”.

  2. L’ho detto prima io che “sto con Della Valle” 🙂

    E non posso che essere felice, l’ho detto e ridetto, sto con Della Valle ora, ci sono stato e ci starò, perché hanno il modo di fare della formichina: piano, piano, pezzetto dopo pezzetto.

    Il problema è che comincio ad avere dei dubbi sul maestrino che abbiamo come allenatore…. ve l’ho già detto, con Montella sono arrivato a Marzo, ora voglio arrivare a Maggio.

    • Oh SImone, che non ti piace più il maestrino s’è capito :-)… ma questa vicenda di marzo che n’ha 31… dopo quello non c’è più nessuno lo sai bene che non sta in piedi:
      anno 2013: fino alle ore 22:30 circa di domenica 19 maggio la Fiorentina è terza con un punto di vantaggio sul Milan, ovvero accesso ai preliminari di Champion league. Alle 22:35 il Milan ha due punti in più (… e a pari merito si passava noi!)
      anno 2014: sabato 3 maggio, la Fiorentina perde una (farsa) finale di coppa Italia con il Napoli
      anno 2015: 7 e 14 maggio, la Fiorentina gioca e perde le semifinali di Europa League

      Se poi il senso del discorso è: meglio non arrivarci se poi si deve perdere, allora va bene… un po’ come “si stava meglio quando si stava peggio”

      • Il mio senso del discorso non è assolutamente “meglio non arrivarci se poi si deve perdere” perché fino a che non ci arrivi non avrai modo di giocartela.

        Marzo che ne ha 31 è una metafora… a Montella, con la Fiorentina, è mancato l’ultimo km… e a quanto pare non rimarrà con noi per il prossimo anno… scelta sua.

    • I numeri sono numeri, non opinioni.
      Se tu Simone dalla tabella che ho pubblicato ne ricavi che ho voluto dire che i risultati con i Della Valle sono mediamente nettamente migliori che nel passato, allora dovresti anche ricavarne che nel periodo dei DV i risultati migliori li abbiamo ottenuti con Prandelli e con Montella.

      Il primo lo hanno cacciato al primo atto di ribellione (con che profitto!) per il secondo abbiamo la possibilità di ripetere l’errore.

      D’altra parte non ho ancora capito se pensi che Sarri, Mazzarri o Donadoni avrebbero ottenuti risultati migliori con questa rosa.

      Io razionalmente vorrei dare fiducia all’allenatore e concentrare i miei sforzi nel cercare di rinforzare la rosa mitigando i punti deboli senza sacrificare i punti di forza.

      Sbaglierò.

      Gattaccio Viola

      • La Fiorentina dei DV è la miglior Fiorentina che abbiamo mai avuto ma ancora non ha vinto niente. I numeri dicono anche questo: la bacheca è vuota.
        Prima che vengano interpretate male le mie parole, lo ridico: io sto con i DV, mi va bene che stanno facendo, gli riconosco un grandissimo impegno e buoni risultati nonostante la bacheca vuota. Preferisco la teoria dei piccoli passi alla teoria della ciliegina, balaustra, retrocessioni.

        Riguardo ai migliori allenatori dell’era DV mi sembra di ricordare che all’allenatore dei giovani fu proposto un contratto che non firmò… e preferì dedicarsi ad altro con i risultati che tutti abbiamo visto. Ora abbiamo un altro parecchio ambizioso, che ha fatto bene, ma ha lavorato tra due cuscini, in una società tra le più avanti della serie A in quanto ad organizzazione, dentro un’azienda forte, rodata, ambiziosa quanto lui. Sono curioso di vedere cosa farà nella sua prossima squadra e se lo proteggeranno come lo hanno protetto i DV. Perché quando le cose vanno bene sono tutti bravi…

        Riguardo agli allenatori Mazzarri no, Donadoni nemmeno. Sarri lo lascio decidere ai DV.

        E Montella spero che decida lui… io non ho più fiducia… ma il mio parere conta poco…

  3. Qui, secondo me, c’è poco da dire.. sto con tizio sto con caio, voglio Montella, basta Montella… Dopo tre anni diciamo ottimi (rispetto alla media) siamo ad un bivio, rilanciare o cambiare. Montella credo che abbia tanti dubbi, età squadra, prossimo budget, piazza che, secondo lui, non ha chiara la dimensione etc
    La mia paura è che continuare con un Montella non del tutto convinto potrebbe essere un grosso rischio, il prossimo anno potremmo esplodere (in negativo) così si perderebbe il prossimo e quello dopo e chissà cosa poi… Cambiare significherebbe rifare 1/2 squadra e perdere il prossimo anno (probabilmente).
    Quando una cosa si sta rompendo.. nel calcio spesso cercare di riparala non paga.. per questo credo proprio che questo ciclo si chiuderà ora.
    Non saprei dire chi è il responsabile principale di questo.. ma alla fine che importa.. dopo Prandelli pensavamo che non saremmo più stati in grado di giocare così bene per lungo tempo ed invece dopo un paio di anni di patimenti, con Montella si è fatto pure meglio.. per cui..io mi fido dei Della Valle, i loro numeri, fino ad ora sono stati buoni numeri, non vincenti, ma buoni, in giro c’è di molto peggio!!!

  4. Mi pare che stiamo commentando tutte cose ragionevoli, opinioni personali, ma rispettabili.
    Le statistiche sono numeri, possono dare spunto per un commento sul passato, ma effettivamente non dicono nulla sul futuro.

    C’è solo una cosa che non capisco: ho come l’impressione che da qualche parte ci sia scritto che “stare” con Montella equivalga a dire di “non stare” con i DV.
    Ho persino cercato con Google ma addirittura ho trovato che ADV ha detto che “i contratti si devono rispettare” perciò direi che davvero il problema non esista.
    Mi sa che sia un problema tutto dei tifosi, non della Fiorentina.

    Forza Viola
    Gattaccio

  5. Stare con i DV spero che ci stiano tutti… io preferirei non stare con Montella l’anno prossimo… è semplicemente il mio parere… a me ha stufato e non ho più fiducia in lui… aspetto la decisione dei DV…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.