Bene a Napoli

Bene a Napoli

La Fiorentina gioca una partita leggermente difensivistica ma sicuramente superlativa contro il Napoli riuscendo a portare a casa un punto e tanta autostima.

Pioli merita i complimenti prima di tutto per il risultato, perché da Napoli hanno portato via qualche punto pochissime strade, e poi merita i complimenti perché ha messo la Fiorentina molto bene in campo, con un atteggiamento da “prima non prenderle” e con pochissimo pressing oltre la metà campo che ha portato un grande risparmio di energie.

La Fiorentina ha avuto qualche bella occasione, una clamorosa sui piedi sbagliati, quelli di Simeone, ed ha purtoppo indovinato la giornata sbagliata di Thereau, che ha giocato bene come sempre, ma non è mai stato lucido nei momenti topici. A livello di singoli non possiamo che elogiare tutti, tutti eccetto quello che se non fa gol non serve a niente, mister 15-milioni buttati al vento. (Caro Corvino stai invecchiando)

Siamo ormai vicino alla fine del girone di andata quando, insieme a Pioli faremo i bilanci. L’idea di una squadra di giovani proiettata al futuro comincia un po’ a stridere con la realtà dei fatti di una rosa utilizzata troppo poco. Forse quella di Napoli non era la partita adatta agli esperimenti, ma siamo ormai alla metà della stagione e dei tanti giovani che sono in rosa, sono troppo pochi quelli che abbiamo visto in campo.

A Babacar auspico un allenatore che abbia fiducia in lui per una decina di giornate consecutive.

Oro: Sportiello

Medaglia di OroNon fosse stato per Sportiello (e Reina) la partita non sarebbe finita in pareggio e quindi è giusto che il nostro portiere sia considerato il migliore in campo. Quella su Mertens quasi allo scadere la parata più importante e quella su Zieliński la più spettacolare.
 
 
 
 

Argento: Pezzella

Medaglia di ArgentoStrepitoso nell’anticipare sempre netto Mertens che, frastornato dalla marcatura, sbaglia la più grande occasione della partita a cinque dal termine. Un difensore preciso come Pezzella è tanta roba per Firenze. L’argentino verrà certamente riscattato, speriamo che venga anche confermato per diversi anni.
 
 
 
 

Bronzo: Badelj

Medaglia di BronzoNon è un giocatore che mi fa impazzire perché è lento, non ha personalità e non ha il lancio da 40 metri, però è al momento l’unico “ragioniere” del centrocampo che abbiamo e l’unico che avremo fino a Giugno. Contro il Napoli è stato molto bravo, perché è riuscito a venire fuori sempre egregiamente da tutti i tentativi di pressing del Napoli, perché ha saputo rallentare, accellerare, togliere fiato al gioco di Sarri. In molte occasioni è stato molto presente anche nella fase difensiva facendo valere il suo ottimo senso della posizione ed il suo ottimo tempismo.
 
 
 
 

E tra un’oretta si gioca, sarà l’occasione per vedere in campo qualche giovane?

2 Commenti

  1. Sono contento per la medaglia a Sportiello, perché il ragazzo dimostra con i fatti di voler ritornare su ottimi livelli e di voler farlo con la Fiorentina. Però avrei messo sul gradino più alto Pezzella, perché ha fatto davvero una partita di spessore e perché vorrei mettere al primo posto il gioco difensivo della Fiorentina… e anche perché la medaglia d’oro l’avrebbe portato meritatamente nella TOP Five (ovviamente momentanea) del nostro medagliere.
    Non sono d’accordo invece sulle critiche a Simeone, che sta crescendo giornata dopo giornata, che è stato determinante in 9 partite, che ha potenzialità di crescita enormi.

  2. Pezzella è sicuramente uno degli ottimi acquisti di quest’anno. Simeone al momento è tanto fumo. Però ci sta che mi sbagli, in questo calcio moderno forse per essere centravanti basta avere tanta voglia di esserlo e un buon colpo di testa. Non so che giocatore potrà diventare Simeone con la maturità e la conseguente perdità di esplosività fisica.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*