La vera scommessa

Penso che pochi tifosi avrebbero scommesso che prima di iniziare il campionato Corvino sarebbe riuscito a dare in mano a Pioli una rosa completa almeno da un punto di vista numerico e comunque già potenzialmente competitiva per provare a riagganciarsi al treno europeo. Al tempo stesso a molti giornalisti avrebbe fatto piacere che fosse successo il contrario, perché con la gente ancora sotto l’ombrellone la polemica ed i colpi di mercato sperati e mancati sono le notizie più appetite. E’ evidente che la squadra di Pioli è al tempo stesso stimolante, ma anche una bella incognita, che personalmente sono molto curioso di andare a scoprire. Mi sento infatti soddisfatto del lavoro di Corvino e senza adesso l’ansia da copertura numerica di determinati ruoli e con ancora dei bei soldini in tasca, rimangono un paio di settimane al nostro DS per provare anche qualche colpo a sorpresa, che potrebbe rendere l’intera sessione un vero capolavoro. Per i giudizi finali sulla rosa aspettiamo comunque la fine di agosto. Quello che possiamo dire oggi è che, come sottolineato da Antognoni, la Fiorentina si presenta come una squadra rivoluzionata, giovane, interessante nei suoi interpreti e con un allenatore comunque emergente. Tutti motivi per cui saremo seguiti con particolare attenzione dagli addetti ai lavori e per cui vale la pena davvero che i tifosi si riavvicinino tutti con grande entusiasmo e (se servirà) anche un po’ di pazienza. Come piace dire a molti giornalisti, la Fiorentina ha ceduto molti dei suoi campioni (con cui lo scorso anno siamo arrivati ottavi…); io penso però che con i nuovi non avremo una solidità difensiva peggiore dello scorso anno e avremo una schiera di trequartisti/ali che non farà rimpiangere i gol garantiti da Ilicic, Tello ed il Chiesa dello scorso anno; la vera criticità sarà quella di ritrovare i 36 gol e magari qualcosa in più lasciati in eredità da Kalinic, Bernardeschi e Babacar a mezzo servizio… e mentre ancora oggi non è chiara la posizione appunto di El Khouma Babacar, la Fiorentina ha deciso di puntare tutto su due figli d’arte, Chiesa ed il Cholito Simeone: questa è la vera scommessa su cui si giocherà la stagione della Fiorentina.

2 Commenti

  1. aggiungo, ciao nikola, buon centravanti ma a 25 (credo di aver capito questa cifra) mil mi rendo conto che vale il discorso fatto per berna,
    quest’anno il corvo ha venduto come “seta” un sacco di roba che mi sa che proprio “seta” non era.
    Grande corvo, a prescindere dal fatto che qualcuno dei partenti possa avere effettivamente un gran valore (mi spiace piu’ per vecino che per tutti gli altri messi insieme), ma a quelle cifre , stretta di mano e contanti in cassa.
    Poi sul metodo di vendita di Kalinic si puo’ anche discutere, ma se hanno messo sul tavolo coperture valide il milan puo’ anche fallire (scoppiare, evaporare, sbollare etc) ma i soldi dovrebbero entrare lo stesso.
    Bello comunque che abbiamo ringiovanito e rinvigorito la squadra, magari si prenderanno un po’ di sberle nelle prime giornate, ma secondo me ci divertiremo parecchio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*