Timidi segnali positivi

Timidi segnali positivi

Due sconfitte su due partite per la Fiorentina in questo inizio 2017/2018 però, contro la Sampdoria, si sono visti timidi segnali positivi, sia nel gioco che nelle occasioni da rete. L’amalgama è ancora lontana e i ragazzi non possono crescere in poche settimane ma la fiducia non ci deve mancare.

Oro: Badelj

Medaglia di OroHa il merito di segnare il gol della speranza. E lo fa anche in un modo nuovo, ovvero con un inserimento senza palla in area; e gli si è presentata anche una seconda occasione analoga, anticipato però da… Gil Dias. Detto questo, sta poi prendendo in mano il gioco della Fiorentina, cercando di dare un senso alle nuove idee di Pioli.

Argento: Gaspar

Medaglia di ArgentoEntra con l’ovazione del pubblico (rivolta però all’uscita di Tomovic). Sarà che nessuno si aspettava miracoli, però il ragazzo ha dato notevole spinta sulla destra. Non è Cafu, ma non è nemmeno il confusionario Romulo, perché ha un’idea abbastanza preciso di calcio, ovvero cercare con scambi veloci e progressioni il fondo per mettere palle pericolose in area… e da una arriva il gol. Secondo me sarebbe una buona pedina nel 3-5-2.

Bronzo: Chiesa

Medaglia di BronzoPremio di incoraggiamento. Ha cercato la porta in tanti modi, forse troppi, sprecando anche un’ottima occasione e comunque rimanendo a secco. Però a differenza di Gil (ed anche direi del vecchio Berna) non va alla ricerca del gol perfetto, lotta e appena c’è uno spiraglio cerca di sfruttarlo. Merita tutta la nostra fiducia e pazienza, perché arriveranno le soddisfazioni.

Commenta per primo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*