Mezza Fiorentina

Mezza Fiorentina

Proprio alla fine dell’anno 2017, puntuali con l’appuntamento che ha fissato Pioli a inizio campionato, possiamo lucidamente stilare il bilancio di mezza stagione.

Non è un gioco di parole dire che, a mezza stagione, la Fiorentina è una mezza squadra con un mezzo allenatore e quindi una mezza Fiorentina, che naviga a mezza classifica.

La Fiorentina è una mezza squadra perché di buono ha solo la difesa, sebbene un pochino corta sulle fascie.

A centrocampo invece, la coperta è cortissima, e il mezzo allenatore non ha fatto niente per usarla al meglio scegliendo di giocare sempre con il centrocampo a tre, sfruttando fino all’osso gli unici tre centrocampisti presentabili.

All’attacco la situazione è ancora peggiore perché c’è abbondanza si, ma di giocatori veri nemmeno l’ombra. Il migliore per me rimane Thereau, il più intelligente, l’unico che sa giocare con la testa e con i piedi ma ormai avanti con gli anni. Abbiamo due centravanti giovanissimi che sanno “solo” fare qualche gol ma non sanno fare un passaggio a due metri e non giocano con la squadra, per la squadra. Poi abbiamo due bidoni come Eysseric e Saponara, che il mezzo allenatore continua a mettere in campo per farci giocare in 10. Anche ieri l’unica occasione del Milan è nata grazie ad una inefficiente copertura di Eysseric su Suso.
Avrei avuto la curiosità di vedere in campo il giovane Lo Faso al posto del bidone Eysseric, da quella parte giocava Calabria di 21 anni che Gattuso aveva avuto il coraggio di mettere in campo. Il nostro mezzo allenatore “progetto giovani”, invece, continua ad insistere sul bidone Eysseric.
Infine abbiamo un vero mezzo giocatore come Gil Dias che alterna qualcosa di buono a qualcosa di meno buono ma è inadatto a giocare in Italia perché ha troppa paura delle pedate.

L’unico buono rimane Federico Chiesa che il mezzo allenatore continua a sfruttare nel peggior modo possibile: sacrificato sulla fascia molto spesso a fare il terzino. 🙁

Con la speranza di qualche innesto, intero e non mezzo, da parte del “mago” di Vernole auguro una buona fine e buon principio di anno a tutti!

2 Commenti

  1. Io invece sto con l’altra mezza Fiorentina, quella che non si vede nell’immagine, o meglio quella che si fa più fatica a vedere: è la Fiorentina del lavoro, sia quello della società, sia quello dello staff tecnico e della squadra; è la Fiorentina della pianificazione, della crescita, della valorizzazione del gioco e dei suoi interpreti.
    I tifosi della mezza Fiorentina sono quelli che ad inizio stagione vedevano la squadra in lotta per la salvezza o poco più, vedevano insomma una debacle. Gli stessi sono quelli che ora si lamentano perché non abbiamo sbancato l’Olimpico in Coppa Italia e abbiamo perso qualche punto per strada perché dovevamo essere stabilmente al sesto posto.
    Io sto con la mezza Fiorentina che sta piano piano attirando l’attenzione degli addetti ai lavori, che sta valorizzando il proprio capitale umano, che sta dando una sua impronta di gioco. Io sto quindi anche con Pioli, che non mi faceva impazzire prima, ma che sto comunque apprezzando adesso, perché di fenomeni in giro ce n’è anche troppi ed è bene ripartire anche dalle fondamenta, tipo : “Prima, evitare di prenderne”. Io sto con la mezza Fiorentina che domenica dopo domenica da sempre qualche spunto in più per seguirla la volta dopo e poi quella dopo… e non certo quella che “speriamo finisca presto la stagione”. Buon anno a tutti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*