Pioli…

Pioli

Pioli non mi ascolta e la Fiorentina perde…

Tre settimane fa mi ero raccomandato con Pioli sulla formazione di Napoli quando sarebbe rientrato Veretout. Avevo chiesto l’esclusione di Eysseric e lo spostamento in avanti di Gerson con il francese a supporto variando lo schema da un 4-3-3 classico ad un 4-4-2 molto elastico sfruttando la dinamicità di Veretout per gli inserimenti in aiuto del cholito-desaparecido. Invece Pioli ha preferito togliere Edmilson che aveva giocato due dignitosissime partite da regista e inserire il corridore Veretout in cabina di regia. Errore che sarebbe passato inosservato contro squadre meno importanti del Napoli ma che è diventato evidentissimo al San Paolo.

Come risultato abbiamo avuto una Fiorentina che ha saputo solo difendersi, con i tre centrocampisti (di cui uno Gerson) che si sono spompati per supportare una squadra che giocato in 10 (con Eysseric succede sempre) e con i poveri Chiesa e Simeone a fare le nozze con i fichi secchi.

Allenano in serie A ma ancora non hanno capito che c’è differenza tra giocare contro il Chievo e il Napoli. O come è possibile?

I tifosi che fanno OH… invece hanno visto in Eysseric uno dei migliori in campo, hai loro occhi un telefonatissimo tiro da 45 metri in perfetto stile che permette una parata plastica al portiere è quanto di meglio si può chiedere. Eysseric è il tipico giocatore perdente, quando i tifosi che fanno OH… gli riconoscono la palma del migliore, la sua squadra perde. Tipico dei perdenti alla Tontolivo, Mati Fernandez, Ilicic, Cerci, ecc. ecc. ecc. Corvino per piacere liberaci da Eysseric!!!

Mi dispiace anche notare che l’unica impronta di gioco che sta dando Pioli alla Fiorentina è il non gioco o il gioco del rimpallo: la spari lunga in avanti e provi ad essere il più bravo quando il difensore respinge.

E ora la mia opinine sui singoli.

Oro: Chiesa

Medaglia di Orocome sempre l’unico che inventa qualcosa di più pericoloso. Pioli lo costringe a coprire tutta la fascia e quindi le sue potenzialità offensive si attenuano da mano a mano che la partita progredisce. Inoltre ha Simeone come compagno di reparto e questo non aiuta.
 
 

Argento: Milenkovic

Medaglia di Argentopreciso, deciso, lucido, impeccabile come sempre nella marcatura e prezioso (poco) negli appoggi, certamente uno che si è distinto dal grigiore.
 
 
 

Bronzo: Hugo

Medaglia di Bronzoaltra partita impeccabile per lui, forse anche per Pezzella a parte il gol. Il brasiliano si conferma un ottimo difensore sull’uomo e anche un decente impostatore di gioco.
 
 

Dragowski non ha parato male ma a me non ispira sicurezza.

Biraghi ha fatto quel che poteva fare riuscendo a concedere solo un’occasione (difficile) a Callejon. Per me un’ottima prova visto che dalla sua parte giocavano Eysseric e Gerson che non l’hanno aiutato a coprire.

Pezzella aveva giocato bene ma si è fatto bere sul gol. Quando il centrocampo cede la difesa balla.

Mi aspetto che Veretout sia rimesso a fare quello che sa fare fin dalla prossima partita, il suo ruolo è quello di corridore di centrocampo e non di impostatore. Hai capito Pioli?

Gerson, come detto altre volte, è un brasiliano di fantasia e deve essere fatto giocare in una posizione e in una formazione adatta, schierarlo come terzo di centrocampo è un lusso che non ci spossiamo permettere con le grandi.

Benassi ha giocato peggio del solito ma vale il discorso già fatto: centrocampo a tre con Gerson in una squadra che gioca in 10. Chiaramente i centrocampisti soffrono.

Il Cholito ha ricoperto con tutta l’anima possibile il suo ruolo da centravanti di copertura guadagnandosi l’appellativo di desaparecido. Scomparso dall’area di rigore per eseguire i compiti di copertura dettati dal mister. A me Simeone piace poco, per vari motivi già elencati, ma il non-gioco ideato da Pioli non farebbe fare bella figura nemmeno a Batistuta.

Ultime parole su Eysseric, l’attuale idolo dei tifosi che fanno OH…: ha giocato un primo tempo decente, con addirittura qualche recupero sulla nostra linea di fondo, poi nel secondo tempo è letteralmente sparito dai radar, tutte, ma proprio tutte le volte che lo inquadravano stava passeggiando. Possibile che sia stato tenuto in campo a passeggiare per 35′ di secondo tempo? Da dire però che anche ad Eysseric vengono affidati dei compiti di copertura che non sono nelle sue corde.

Piano piano mi sembra che Pioli rivoluzioni i ruoli dei giocatori: passi per Milenkovic che per necessità viene fatto giocare terzino, ma Simeone è un centravanti e gli vediamo fare solo il pressing, Chiesa dovrebbe giocare di punta e fa l’uomo di fascia a tutto (tutto!) campo, Veretout è un corridore e gioca da regista; Eysseric, che eventualmente è una punta, gioca un po’ a mezzo con Gerson nel ruolo di centrocampista rifinitore.

Pioli mi piace come persona, mi sembra un ottimo allenatore di spogliatoio ma tecnicamente abbastanza scarso.

2 Commenti

  1. Questa volta non condivido molto dell’analisi di Simone (a parte le posizioni del medagliere che ci stanno). Non entro in merito al giudizio su Pioli, perché un allenatore va valutato almeno a metà campionato (e a volte non basta… vedi alla voce Sousa): l’anno scorso bene, quest’anno vediamo. Andiamo invece subito su Eysseric: è li (quasi) per caso, in attesa che Mirallas e soprattutto Pjaca arrivino ad una forma decente. Nessuno si aspettava niente da lui e penso che i buoni giudizi legati alla prova di sabato non siano certo legati da giocate da fare Oh, bensì dalla volontà messa in campo e dal fatto che finché ha retto (perché alla fine era veramente spompato) è stato fra i pochi a fare con continui rientri un po’ di raccordo fra difesa e attacco. Tutto qua. Un giocatore da fare Oh sembra per il momento Gerson e questo veramente non ce lo possiamo permettere: secondo me lui è stato l’uomo in meno contro il Napoli, soprattutto perché ha sbagliato tanti palloni facili. Non giudicherei Veretout nel nuovo ruolo, perché era evidentemente incartato. Anche secondo me comunque ad oggi il centrocampo migliore sarebbe Fernandes-Benassi-Veretout. Però davanti largo a Pjaca, perché è arrivato il momento di venire allo scoperto… Su Simeone penso ci sia poco da dire: quando c’è da soffrire lotta, quando c’è da attaccare gioca, segna e/o fa segnare. Sabato è stato maltrattato da Koulibaly e dall’arbitro che ha graziato due volte il difensori dopo due interventi quasi da arancione. Aveva fatto un tunnel di tacco sulla linea laterale girato di spalle, che se lo faceva Ronaldo avremmo accettato tutti di pagare il biglietto doppio… Lui si è rialzato ed ha continuato a lottare.

  2. E poi diciamo una cosa: la Fiorentina si è accorta di avere tre difensori molto bravi (alla faccia della campagna acquisti sbagliata dello scorso anno) e dopo tanto tempo non ha paura ad aspettare nella propria 3/4, cosa che la Juve sono anni che lo fa quando è in difficoltà.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.