Simeone (poco) decisivo

Simeone decisivo

La partita contro della Fiorentina contro la Sampdoria ha dimostrato una volta di più che siamo una squadra che gioca di pressing (altissimo) e di corsa, e che quando (fisiologicamente) rifiata sparisce dal campo. Perchè in vantaggio di 1-0 dobbiamo fare pressing al limite dell’area e sfiancare a turno attaccanti e centrocampisti? Non sarebbe meglio aspettare gli avversari un po’ più indietro per poi provare il contropiede?

Ma veniamo veloci al medagliere.

Oro: Simeone

Medaglia di Orovogliamo non premiare il Cholito-Desaparecido nostro centravanti di pressing e copertura? Ha fatto un bel gol e lottato come sempre ma io non vedrei l’ora che arrivassero questi 30 milioni per venderlo, la Fiorentina ricomincerebbe a giocare a calcio invece che a rimpallo.
 
 

Argento: Chiesa

Medaglia di Argentoè sempre l’unico che inventa qualcosa di diverso in attacco, contro la Sampdoria a creato il solito scompiglio e fornito un assist esagerato a Pjaca che ha mancato il gol clamorosamente. Purtoppo agisce da potta e da culo secondo i dettami di Pioli e quindi non concentra il suo potenziale in attacco. Certe volte dovrebbe essere meno egoista.
 
 

Bronzo: Biraghi

Medaglia di Bronzocolui che vedeva la partita seduto accanto a me prima dello splendido cross per Simeone ponteficava che Biraghi ha un solo piede e poco bono. Invece Biraghi ha un bel piede sinistro, meglio del destro di Simeone, e può considerarsi un discreto terzino.
 

E ora i singoli.

Su Dragowski non saprei che dire, la traversa per fortuna era traversa e il gol forse era imparabile. Certamente il portiere della Sampdoria ha parato meglio.

Sono stato indeciso se premiare Milenkovic con un posto sul medagliere visto che non l’ha fatta vedere a Quagliarella. Ho paura che i 30 milioni arriveranno prima per lui che per Simeone.

Pezzella e Hugo partita quasi perfetta.

Sul centrocampo continua a insistere che sarebbe meglio rimettere Veretout mezzala e Fernandes mediano, perché entrambi renderebbero meglio. Hanno giocato abbastanza bene tutti e due, è stato semmai Gerson il problema del centrocampo. Ormai si è capito che il brasiliano è un atipico e discontinuo però vorrei dargli un po’ di tempo prima di giudicarlo definitivamente.

Pjaca ha sbagliato un gol enorme ma si è mosso bene, sia lui che Pioli avrebbero fatto figura più bella se il croato fosse rimasto negli spogliatoi il secondo tempo. A Napoli era toccato ad Eysseric rimanere in campo più del dovuto fino a prendere gol, a Genova è toccato a Pjaca. Possibile che Pioli sia così lento a decidere?

Esordio positivo anche per Mirallas e Sottil.

Commenta per primo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.