Milenkovic… e due!

Con i gol di Pjaca, Milenkovic e Chiesa la Fiorentina liquida abbastanza semplicemente la pratica SPAL.

La SPAL non è una pretendente alle zone alte della classifica ma aveva piazzato 3 vittorie su 4 e la Fiorentina ha vinto senza troppo soffrire mantenendo una rispettabilissima posizione in classifica, rafforzando la propria autostima e iniettando ancora entusiasmo ad un ambiente che vive solo di quello. Nell’intervista dopo partita Pioli ha dribblato al meglio le domande ed ha confermato di essere un ottimo allenatore del morale: dei giocatori, dei tifosi e forse anche dei giornalisti.

Oltre alla netta vittoria per 3-0 bisogna segnalare l’ottimo esordio di un altro giovanissimo, lo slovacco Hancko, e la voglia di giocare di Mirallas che, speriamo, non venga a romperci le uova nel paniere ma dirotti tutta la sua rabbia agonistica in campo. Forse Mirallas si chiede come sia possibile che Pioli tenga ancora di conto di Eysseric.

Oro: Milenkovic

Medaglia di Oroa me questo giocatore inizia a piacere sempre di più: è giovanissimo e umilissimo, in campo morde l’avversario come un leone e da un po’ ha iniziato a giocare anche con una certa sicurezza. Se comincia anche a fare gol il suo a futuro a Firenze si fa sempre più incerto.
 
 

Argento: Chiesa

Medaglia di Argentoper tanti il migliore in campo, quindi dovrebbe aver fatto grandi cose oltre al gol realizzato. Speriamo che a schierarlo sempre in campo in questo mini tour-de-force non succeda che poi ci ritroviamo con Chiesa stanco proprio nella partita più importante, quella di domani con l’Inter.
 
 

Bronzo: Pjaca

Medaglia di Bronzomedaglia di bronzo a Pjaca più di incoraggiamento che di rendimento. Abbiamo bisogno di attaccanti tecnici e in grado di fare gol, anche a costo che non diano il loro contributo pieno alla fase difensiva. Per quello ci pensa Simeone. Pjaca a Genova l’aveva sbagliato grosso, mentre con la Spal l’ha fatto. Visto che è stato un anno e mezzo fermo ci vuole tanta pazienza.
 

Non avendo visto la partita non posso scrivere niente sul resto della squadra, Aspetto domani per cominciare a vedere meglio di che pasta siamo fatti.

1 Commento

  1. Premesso che condivido il tipo di classifica stilato, la frase su MIlenkovic di Simone mi conferma che se c’è una cosa in cui effettivamente l’era Della Valle ha inciso negativamente sul “tifo Fiorentina”,è pensare più a quanto possiamo vendere un giocatore, che a quanto può dare oggi alla squadra viola. E comunque questo lo dico non perché noi tifosi dovremmo lottare contro chissà chi per trattenere i prossimi anni i migliori, ma perché si ritorni a tifare indiscriminatamente chi indossa la maglia viola, senza pensare che se sta facendo bene avremo come unico vantaggio la plusvalenza maturatra.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.