Inceppati

Doveva essere la partita per ripartire e rilanciarsi. Nonostante una partita giocata a ritmi da scapoli e ammogliati, siamo riusciti con un guizzo di Chiesa ed il solito Benassi a trovare il gol ed avere quindi la possibilità di portare via i tre punti. Possibilità in particolare di colpire in contropiede una squadra in difficoltà, che ha concesso molti spazi ai viola. Siamo riusciti però a sprecare tutto (grazie anche ad un ottimo Sportiello). E nonostante il Frosinone avesse davvero pochi colpi per far male, abbiamo concesso questo tiro da (meno) tre punti a Pinamonti che al 90-esimo ci ha condannati all’ennesimo pareggio per 1 a 1 in rimonta. Direi che ci siamo davvero inceppati in questo nostro cammino. Adesso Pioli ha bisogno di dare una scossa alla formazione, allo schema, agli interpreti. Il momento no di Simeone e Pjaca sembra quasi più condizionare gli altri che viceversa. Anche Gerson è ritornato sulle prestazioni pre-Roma, ovvero scarse. Rispetto alle prime giornate (dove anche le sconfitte a Milano, Napoli e Roma avevano visto buone prestazioni), la Fiorentina si è persa nel gioco, si è persa soprattutto nell’equilibrio in campo e forse un po’ anche nello spirito di squadra.

Ovviamente assisteremo a due settimane dove riemergerà tutto lo spirito critico verso la società, verso l’allenatore, verso alcuni interpreti, avranno la meglio i seguaci di Bucchioni ed i disfattisti. E’ d’altra vero che niente è compromesso per il campionato della Fiorentina, ma, come detto, è altrettanto necessario che Pioli faccia capire cosa non va anche con le scelte della domenica.

1 Commento

  1. Però… inceppati alla X di campionato… Tanta roba! 🙂

    Io purtoppo, o per fortuna, non ho visto la partita. Ho visto solo 10 minuti di fine primo tempo e Simeone e Pjaca non sono riusciti a destare il mio interesse così nell’intervallo mi sono addormentato.

    L’anno scorso mi avevano preannunciato che Pioli è buono il primo anno e il secondo viene esonerato. Non ci credetti, ma comincio a ricredermi. Certo Pioli non verrà esonerato, ma è ormai evidente che tecnicamente vale davvero poco perché continua con gli stessi macroscopici errori.

    E poi ho una domanda a cui davvero non so darmi una risposta: perché la Fiorentina gioca con lo stesso schema, gli stessi uomini (quantomeno come caratteristiche) e lo stesso atteggiamento sia che incontri la prima, sia che incontri l’ultima in classifica?

    L’uomo da 30 milioni intanto continua a giocare partite pessime, però piccinino non è colpa sua, lui è uomo da area di rigore, che riesce ad essere incisivo solo se il pallone lo tocca una volta sola, per tirare in porta. Contro il Frosinone, a difesa tutta schierata, è necessario un altro tipo di centravanti, più manovriero, più bravo a fare uno scambio, o a fare la sponda, a gestire il pallone. Simeone ha bisogno di toccare il pallone 8 volte per poterlo gestire.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.