GAME OVER

La Fiorentina vai in tilt e per il campionato viola è GAME OVER. Ci sarebbe poco da aggiungere. C’è però tanta delusione per una squadra che ha perso adesso anche la sua determinazione, la sua coesione. In campo c’è stato una squadra che ha espresso un calcio moderno, fatto di tanto agonismo, tanta tattica e pochi, ma sufficienti, colpi tecnici utili a risolvere la gara. E c’è stata una squadra che pensava di poter giocare nel velluto e facendo correre solo il pallone, essendo sempre banale e sopratutto sopraffatti dagli avversari. E quando nella ripresa il vento era dalla parte dei sardi non abbiamo visto palla. Se a questo si aggiunge che Milenkovic con i piedi fa rimpiangere terzini come Tendi, Gerson pensa di giocare sulla spiaggia di Rio, Mirallas era in netta difficoltà e mancava anche la grinta di Veretout, arriviamo al risultato. Peccato che sarà archiviato nel dimenticatoio il gol di Chiesa, che invece è stato un ennesimo capolavoro. Forse hanno pesato anche le parole di Pioli, forse la Fiorentina davvero non ci crede più, però in questo modo il campionato viola diventa una vera agonia. E a questo punto è ufficialmente riaperto il tutto contro tutti: via Della Valle, toto allenatore, asta per Chiesa ecc ecc.

1 Commento

  1. Il fatto è che non ci credeva più nessuno all’ Europa League ne Pioli né la squadra,ma già da tempo e non da stasera. Una squadra appena sufficiente in difesa senza centrocampo che faccia filtro e che imposti,un fenomeno più un ottimo giocatore davanti,ma non basta….
    Ha fatto secondo me il massimo. Ennesimo anno da dimenticare. Io personalmente ho perso anche la speranza,con questa presidenza non ci sarà mai da aspettarsi niente di meglio. Da sperare per l’ennesima volta che vendano, che spariscano da Firenze , sarà facilissimo dimenticarsi di loro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.