Solo arrabbiati

Guardare stasera la classifica fa un po’ paura, ma soprattutto rabbia. Rabbia perché non abbiamo giocato la partita più abbordabile (a Genova). Perché abbiamo perso quando potevamo pareggiare (Napoli). Abbiamo pareggiato quando potevamo vincere, ovvero con la Juve e soprattuto oggi con l’Atalanta. Volendo essere pessimisti, possiamo dire che oggi la quota salvezza è solo ad un punto, la metà di domenica scorsa. Oggi invece dobbiamo essere solo arrabbiati, perché nonostante essere riusciti ad imbrogliare per quasi tutta la gara l’Atalanta, nonostante aver trovato i gol delle due punte, nonostante il capolavoro Chiesa-Ribery, nonostante un gol annullato all’Atalanta nel recupero, non siamo riusciti a vincere. Mi sembra un po’ azzardato puntare il dito contro Montella (in particolare sui cambi) perché un tiro al volo, bello ma improbabile su ribattuta da angolo al 95° ha impedito un grande vittoria in trasferta contro una delle squadre più ostiche. Era lampante che Ribery e Chiesa avevano speso tutto ed oltre. Ed i cambi erano giusti, perché sia Boateng che Vlahovic potevano lottare meglio sulle palle alte rilanciate dalla difesa. Purtroppo non ci voleva l’uscita forzata di Dalbert per sfruttare un cambio centrocampo, che era in affanno. E’ qui infatti che abbiamo un po’ mollato nel finale, subendo il pressing dell’Atalanta.  Sulle fasce infatti la Fiorentina ha fronteggiato bene l’Atalanta ed anche le punte Zapata/Muriel sono state ben arginate. Ilicic e GOmez al loro ingresso invece hanno trovato un centrocampo viola troppo arretrato. A posteriori, poteva essere forse fatto un cambio a centrocampo prima di togliere Chiesa.

Certo, questa altra occasione persa, ci fa arrivare alla sfida contro la Samp con molta ansia. Spero Montella sappia gestire bene questa situazione. Il valore della squadra sembra evidente. Lo dicono le prestazioni, lo dicono anche gli avversari. Gli avversari come Gasperini dicono come sempre anche altre cose veramente poco sensate. Come per esempio il commento sui cori contro Dalbert. Dopo le frasi su Chiesa, che anche oggi sono pesate. E lo saranno ancor di più se ad arbitri autorari come Orsato piace provocare il talento viola. Secondo me un po’ di provocazione arriva stasera anche dalla lega, che dichiara autogol la rete di Federico. Ma non è ora il momento di fare le vittime. C’è solo da lavorare e guardare avanti, con la giusta rabbia, ma anche con un po’ più di autostima.

8 Commenti

    • Ciao Enrico. Ovviamente la decisione non influisce sul risultato, ma possiamo prenderci il diritto di arrabbiarci. Come secondo me ha diritto di farlo Chiesa in campo, perché signori come Orsato si prendono la libertà di insinuare l’onestà del giocatore, per essere protagonisti. Per qualche minuto si è visto un Chiesa infuriato, dopo che Orsato gli ha fatto (ingiustamente) la ramanzina. Per fortuna ha disennescato poi bene sul campo questa sua rabbia.

  1. Arrabbiati si, ma con chi?
    Con l’Atalanta? Con Gasperini? Con l’arbitro? (Il migliore in Italia?) Con la lega??? Via, non scherziamo. E poi non fa bene arrabbiarsi, tanto peggio arriabbiarsi con il calcio. Non ne vale la pena.

    C’è poco da essere arrabbiati, Montella voleva pareggiare con l’Atalanta ed ha pareggiato, voleva pareggiare con la Juventus ed ha pareggiato, voleva vincere con il Genoa ed ha perso, non so che voleva fare con il Napoli ma ha perso.

    Della Juventus non posso dire niente, ma la partita di ieri l’ho vista e non possiamo che essere contenti per essere venuti via con un punto. In campo noi ci siamo solo difesi e abbiamo solo fatto pressing riuscendo a trovare il gol grazie ad un autogol e una cappellata del difensore che si è fatto soffiare il pallone da Chiesa. Sul tabellino ricordo anche un bel colpo di testa di Pezzella su calcio d’angolo. Basta.

    Non sono arrabbiato con Montella per il catenaccio tutto cuore e contropiede, quando siamo più deboli è il miglior modo per giocare. Ma perché continuare ad insistere con Boateng? In cinque partite Boateng ha fatto un bel gol con il Napoli e poi non l’ha più strusciata. Montellaaaa!!! Svegliati! Che ci fa Boateng in campo? Il palo?

    Inoltre, c’è anche il problema Badelj, giocatore a suo agio con i ritmi blandi e gli spazi larghi, giocatore inutile e controproducente in serie A (Nella Lazio non ha mai giocato). La Fiorentina è andata in apnea negli ultimi venti minuti, quando Pulgar e Castrovilli, che hanno corso anche per Badelj per tutta la partita, non ne avevano più.

    Ieri tutta la squadra, a parte Boateng e Badelj, ha giocato bene, più di tutti Ribery, due categorie sopra agli altri. Chiesa non ha giocato male ma ha giocato fuori ruolo, lui farebbe bene l’uomo di fascia perché non ha i piedi per essere un top-player. I suoi 80 milioni avrebbero fatto parecchio comodo.

    La prossima sarà con la Samp e non basterà giocare per pareggiare. Cosa inventerà Montella?

    • Arrabbiati ovviamente con noi stessi, perché giochi bene, giochi male, hai punte non hai punte, questi tre punti dovevano essere in saccoccia. Detto questo,la frase giusta è: “la Fiorentina è andata in apnea negli ultimi 20 minuti”. Non so se Montella voleva il pareggio. E’ che con questa Atalanta, quando la mette tutta sulla corsa, pressing altissimo, aggressività ed anche qualità, non hai tanta scelta se non coglierla in contropiede. L’Atalanta ha preso diversi gol in questo inizio stagione e la Fiorentina ne aveva fatti 2 senza subirne. Con Muriel e Zapata l’unica occasione vera l’hanno avuta con rretropassaggio di Milenkovic. Poi Gasperini ha deciso di giocarsela sulla tre-quarti. Con il senno di poi, poteva aver senso mettere un Dabo al posto di Chiesa. Però Montella non poteva sapere che Dalbert sarebbe uscito. Non è stata una bella Fiorentina, ma 10 secondi e l’avremmo vinta ed è questo che fa rabbia e deve mettere la rabbia agonistica nella squadra.

  2. Noto solo ora che siamo ultimi in classifica con due punticini soli, soli. Eh… un bell’inizio di campionato.

    Tra l’altro, una cosa che non ho scritto prima, ma che da un po’ di giorni mi frulla nella mente è che Montella ha dato via Simeone, ha fatto prendere Boateng (scarsissimo finora), ha fatto prendere Pedro (forse colpo in prosepettiva), tiene in panchina Vlahovic e poi fa giocare centravanti Chiesa che del centravanti non ha niente se non il babbo. Vai Montella vai. Hai da pedalare…

    Leva Badelj dai titolari e fai giocare un centravanti, forse qualcosa ci guadagni.

  3. Ciao Davide e Simone,

    innanzi tutto ben ritrovati. Vi abbraccio a distanza.

    Come immaginerete ero a Parma, allo stadio, immerso in una bolgia nerazzurra (che meraviglioso tifo quello dell’Atalanta, un po’ come quello fiorentino ma senza la parte di chi “buba” continuamente…) e devo dire che le mie conclusioni sono praticamente le stesse di Simone, ma con l’approccio più “soft” di Davide [c’erano dubbi? 😉 ]

    A me Montella piace, fino a prova contraria. E’ intelligente e nelle soluzioni d’attacco è sicuramente più propositivo di altri, nella fase difensiva è un po’ scolastico e forse meno accurato e gli occorrerebbero giocatori più … bravi e maturi.
    Il suo problema è che ha avuto e avrà poco tempo per prendere le decisioni, anche quelle drastiche e coraggiose, e spero per la mia squadra che le azzecchi presto e che la fortuna lo aiuti un po’ a prenderle.

    Riguardo alla partita.
    Siamo partiti per pareggiare, è vero, ma poi eravamo meritatamente in vantaggio perchè noi le nostre occasioni le avevamo trasformate mentre Dragowski di parate non ne aveva nemmeno fatte.
    2 sono stati gli episodi decisivi e da considerare per il futuro:
    – la partita ha svoltato in negativo col cambio Ribery/Boateng: completamente fermo e imbelle, ha costretto la squadra a difendersi in 10, sembrava veramente che fosse entrata la Satta, o almeno che una parte di lei fosse presente nella sua mente. Cosa sarebbe successo se fosse entrato subito Vlahovic o Sottil?
    – purtroppo Dalbert ha commesso un errore inaccettabile sul primo gol e si è fatto sfuggire il bradipo Ilicic. Non avessero fatto quel gol la partita si sarebbe spenta di li a poco.

    Concordo anche sulla necessità di giocare con una prima punta, ma abbiamo voluto privarci a tutti i costi di Simeone come fosse il male assoluto e ora dobbiamo inventarci un 9 che comunque sarà un rischio: Vlahovic è bravo ma immaturo e la gente di Firenze è notoriamente impaziente (stupidamente), mentre Pedro ho paura che ora (e domani?) non abbia la qualità sufficiente per poter resistere alle bordate del “tenero Simone”.

    In questo inizio campionato ci vorrà molta pazienza, testa e “bus-de-cul”, come diceva Arrigo Sacchi.
    Io voglio credere che se ci sblocchiamo poi possiamo fare un bel filotto di vittorie.

    Forza Viola
    Gatto

    • Ciao Gatto! Che sorpresa!!! 🙂
      Ben ritrovato a commentare con noi!
      A quanto hai detto volevo aggiungere alcune considerazioni/precisazioni. Difficile dire se voleva pareggiarla. Fatto sta che se con l’Atalanta hai un certo atteggiamento, puoi prendere 3 gol in mezzora e neppure te ne accorgi (è successo anche alla Juve). Montella secondo me sapeva che con quei due davanti poteva avere le sue occasioni, come ha avuto. Sulla sostituzione, concordo sull’approccio sbagliato di Boateng. Ci voleva subito Vlahovic. Secondo me invece poco sensato pensare a Sottil, perché ormai arrivavano solo palle alte dalla nostra difesa (e neppure troppo lunghe). Poteva mettere un Benassi a cercare di riallacciare un po’ centrocampo e attacco.
      Su Pedro non so cosa dire. Per Simeone mi dispiace, ma era diventato ormai un caso umano. Secondo me è un buon attaccante, ma Firenze brucia… basta vedere Ilicic. Sul brasiliano stravedono in tanti ed io sono fiducioso.
      Volevo invece dire qui una cosa che poi non ho sentito dire a nessuno. A poco più di un minuto dalla fine, dopo gol annullato, abbiamo un calcio di punizione nella nostra metà campo, tutti a saltare in area dell’Atalanta e Caceres la batte lunga, ridando subito palla a loro: pensavo invece che giocasse dietro col portiere, facesse arrivare di nuovo in su l’Atalanta e poi lui rinviasse di nuovo lungo, per arrivare al punto di cui sopra, ma almeno con 30/40 secondi passati… che forse bastavano.

  4. Ciao Gattaccio!

    Mi accorgo solo ora del tuo commento… mi sono proprio allontanato dal calcio… 🙂

    Mi fa piacere risentirti sempre bello attivo e carico, e mi fa piacere sentirti sempre presente come tifoso viola. Ormai della partita non c’è più niente da dire, abbiamo fatto qualche errore di troppo a partire da Montella con Boateng.

    Quest’anno la Fiorentina sembra avere un bel motore, e con tanta benzina, rappresentato da Rocco Commisso che ha idee, soldi, voglia. Anche Joe Barone sembra l’uomo (forte) al posto giusto, Pradè ha molti meno nemici di quelli che aveva Corvino tra gli operatori di mercato e Montella è un allenatore. Più o meno bravo vedremo, ma certamente un allenatore che inizia ad avere un po’ di esperienza, anche negativa, che poi è quella più formativa.

    Insomma… vediamo un po’ dove saremo tra un’altra decina di partite.

    La prossima volta che scrivi prometto di essere un po’ più reattivo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.