Iachini il genuino

iachini

In questo rilassato sabato 28 Gennaio mi sono guardato la conferenza stampa del nuovo allenatore della Fiorentina Beppe Iachini.

Prima ha parlato Joe Barone che ha detto poco, ha solo ribadito che la proprietà è ben presente e ha ben saldo in mano il timone della società.

Poi ha parlato Pradé, che ha elogiato lungamente Montella, facendolo passare per una sua scoperta. E probabilmente lo è.

Finalmente ha parlato Beppe, che non ha fatto proclami. Ha detto che non gli piace vendere fumo, che è un uomo di campo e, a precisa domanda sullo schema, ha detto che non è un allenatore integralista, cioé che preferisce addattare il suo modo di giocare agli uomini che ha a disposizione.

Poi ha fatto un po’ di discorsi sul suo passato a Firenze, su come la consideri una seconda casa, su quanto affetto ritrova sempre quando torna e su quanto sia stato contento di ricevere il messaggio da parte del sindaco. (Piccolo gesto di paraculaggine) Inoltre, ha ricordato che le ultime sue due apparizioni in serie A sono state entrambe di successo, anche ad Empoli dove è stato esonerato a squadra salva.

Non ha nemmeno fatto proclami troppo sdolcinati su quanto sia importante questa occasione per lui, ci sarà più pathos ad allenare la Fiorentina ma lui rimane un allenatore.

Alla fine ha condito una prima conferenza stampa con le testuali parole “Lirola è troppo tenero, deve diventare un po’ più ignorante”.

Insomma, Iachini è stato onesto con tutti, con i giocatori che ha nominato, con i tifosi e con la nostra difficoltosa situazione; è apparso genuino dall’inizio alla fine cappellino a parte. Ha dato l’impressione di essere un uomo che lavora sul campo e che darà tutto quello che ha a disposizione per i nostri colori.

Il primo dell’anno ci sarà l’allenamento a porte aperte e domenica 12 alle 15.00 la Spal. Che facciamo? Andiamo?

1 Commento

  1. Quando ho visto che ci sarebbe stato allenamento a porte aperte, ho sperato che non fosse il pomeriggio di capodanno, che passerò ad un matrimonio. Fai bene ad andarci, spero ci siano molti tifosi, perché sicuramente Beppe Iachini merita in questo momento il massimo appoggio di tutti. Ed in particolare ha bisogno del sostegno della società, sia per ritoccare la rosa e coprire alcune evidenti lacune, sia per essere diretto e adeguatamente duro con i giocatori attuali, che forse non hanno capito bene il senso della loro avventura in viola.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.