Nuove linee di gioco

nuove linee di gioco

Tra le nuove linee di gioco mi ha sorpreso la conferenza stampa di Iachini alle 9.00 di mattina, ero abituato a conferenze all’ora di pranzo, come se i calciatori facessero una vita dagli orari alieni.

Oltre a linee di gioco, espressione che non avevo mai sentito dire da un allenatore della Fiorentina, ho sentito rammentare da Beppe anche la parola “fame”. Incredibile! Possibile che finalmente un allenatore usi quel termine?

E’ stato buffo anche la sua reazione quando gli hanno fatto notare che i giocatori si stanno allenando troppo; non ha usato solo le parole, ha usato tutta la sua mimica per far passare il messaggio che sono i suoi allenamenti ad essere normali e non quelli precedenti.

Un’altra bella linea di gioco nuova, assolutamente innominabile in pubblico, che è stata tirata in ballo per la seconda volta alla seconda conferenza stampa, è la linea di gioco di ciò che bisogna mettere in campo o che bisogna tirare fuori nei momenti topici. E Beppe è stato chiaro senza essere esplicito, condendo l’argomento con quel suo “Eh…” e quel suo cipiglio da persona sempre sul pezzo.

E domani si gioca a Bologna.

1 Commento

  1. Sicuramente un allenatore di un calcio d’altri tempi, diciamo più genuino. Però domani si torna a giocare e penso che la cosa più importante sia ritrovare la forza del gruppo storico, ovvero Pezzella, Chiesa, Dragowski, Milenkovic e magari lo stesso Benassi, sfruttare il contributo dei giovani Castrovilli, Vlahovic e direi anche Sottil e contare nell’apporto di gente di esperienza, come Caceres ed anche Pulgar. Questo in attesa che Pradé metta qualche pezza al suo mercato un po’ “splendido”, fatto probabilmente con l’illusione di ricreare con il Mister Montella il miracolo del 2012.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.