Pareggino

Pareggino

Iachini alla prima strappa un pareggino con poco gioco e tanta sofferenza.

Ho visto solo il primo tempo, nel quale la Fiorentina ha preso un paio di brutte imbucate tra Dalbert e Caceres, ha ribatutto qualcosina e poi ha trovato un gran gol con Benassi. L’atteggiamento di squadra mi è piaciuto ma io continuo a pensare che quel 3-5-2 non faccia per noi, troppo sacrificato il centravanti (Vlahovic), troppo sacrificato Chiesa (che tanto non è una seconda punta), troppo scoperto il centrocampo.

Poi ho visto il secondo tempo a sprazzi, ho visto che dalla parte di Lirola sono arrivati due volte a tu per tu con il portiere con lanci lunghi, ho visto il gol pazzesco sbagliato da Chiesa (poco concentrato o poco tecnico?), ho visto ancora una volta Boateng in campo. 🙁

Di nuovo rispetto al professorino ho visto: i rilanci da fondo campo, varie occasioni con palla spazzata, molta meno corsa per pressing e molto più trotterellamento a rincorrere visto che il pallone lo avevano molto spesso loro.

Invece ho rivisto i soliti problemi che aveva il professorino: Chiesa seconda punta invece che stantuffo di fascia (non ha tecnica sufficiente!) e Boateng in campo (sigh!). Per me è venuto il momento di giocare a quattro dietro con un solo terzino fluidificante e puntare su un altro centrocampista di contenimento oppure su un’altro uomo/stantuffo di fascia. Perché quando sarà il momento di Ribery dove lo faremo giocare?

Purtoppo mi devo ricredere su Dalbert, ha più tecnica nel breve di Biraghi, più fisico, più corsa, ma non ha intelligenza calcistica e non infila nemmeno un cross, almeno Biraghi uno su tre lo infilava bene. Inoltre il brasiliano è in prestito.

2 Commenti

  1. La partita di ieri ha dimostrato che avere stradominio di possesso palla non significa molto. Premesso che la Fiorentina è ancora una squadra in difficoltà, il Bologna nel secondo tempo è stato pericoloso proprio su quel paio di rilanci (anche un po’ fortuiti) che hanno preso in contropiede la difesa viola. In pratica, ci siamo messi spesso in difficoltà da soli, perché ad un certo punto il pallone scottava.
    Concordo sul fatto che occorre rivedere anche il modulo. Personalmente passerei a 4 dietro. Se arrivasse un buon difensore centrale da mettere titolare al fianco di Pezzella, metterei Caceres a sinistra e Milenkovic a destra, con il centrocampo di ieri e davanti Chiesa, Vlahovic e magari Sottil (e se dobbiamo più proteggerci anche Lirola). Un 4-3-3 che diventi facilmente anche un 4-5-1.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.