Sotto il vestito niente

Ricordo di aver visto il film “Sotto il vestito niente”, probabilmente prima degli anni ’90, proprio quando Beppe Iachini giocava nelle Fiorentina. Di quel film ricordo il niente, un film proprio brutto. Brutto, bruttissimo, come la Fiorentina di questi periodi.

Cos’altro manca alla attuale proprietà per decidere di sollevare dall’incarico Beppe Iachini? Una partita come quella di stasera contro la Roma dimostra, se ce ne fosse ancora bisogno, che il nostro è un allenatore ormai bollito.

Siamo partiti com due ali a fare i centravanti e abbiamo finito con due centravanti a fare le ali. Si sa, quando l’allenatore sta perdendo e non sa più che pesci prendere butta dentro tutti gli attaccanti che ha senza un minimo di logica.

Logica che è rimasta negli spogliatoi insieme a Castrovilli. Si può rinunciare al nostro miglior giocatore? Il nostro miglior realizzatore? L’unico in grado di inventare qualcosa? Si può preferire il Bonaventura di stasera a Castrovilli? Forse aveva un problema fisico, speriamo.

Siamo di fronte alla peggior Fiorentina degli ultimi venti anni, peggio di quella di Mihailovic, ma in quella giocava Karja. Nemmeno con l’ultimo Montella eravamo messi tanto male. Qui siamo di fronte ad una Fiorentina messa male in campo, senza la ben che minima idea di gioco, senza un briciolo di mordente, senza un briciolo di entusiasmo nel giocare, senza inventiva, con la difesa che mette insieme un errore marchiano a partita.

Qui si continua ad inseguire un 3-5-2 che diventa troppo spesso un 5-2-3 lasciando il nostro centrocampo in balia degli avversari. Si continua a far giocare tutti fuori ruolo. Non c’è un giocatore, dal centrocampo in sù, che occupa la sua posizione naturale. Siamo alla follia!

Beppe ti si vuole tutti bene, ma non è più il caso andare avanti. Allenare la Fiorentina è una cosa molto più grande di te.

1 Commento

  1. Gli esperti potrebbero dirti che non l’hai capito… il film dico. Si, perché Beppe invece mi sembra abbastanza semplice da capire. E’ in confusione totale. E alla fine, è vero che a volte qualche allenatore raccoglie di più o meno di quello che merita. Ma in generale, con il tempo, ogni allenatore si colloca dove gli compete. Se Beppe ha ottenuto diverse promozioni dalla B, ma ha sempre ottenuto poco in serie A, ci sarà un motivo. NEl calcio a volte i numeri sono sostanza… come quelli per esempio che la buttano dentro e quelli che no.
    PS: Anche a me il film non era piaciuto. Non mi ricordavo che era di Vanzina e ora sono andato a leggere che è stato un film di successo. Magari capita anche a Beppe

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.