Pivello!

tennis

Oggi ho fatto tutto di corsa per guardare Napoli-Fiorentina, bell’idea! 🙁

Caro Prandelli, perdere oggi 6-0 dimostra, una volta di più, che non è più tempo per te. Hai da salvarci “perché abbiamo un buon motore”, giocheremo tutti insieme fino all’ultima giornata perché ti stimiamo, ma poi, per piacere, fai le valige e togli il disturbo.

Solo gli allenatori pivelli, i ragazzini e i tifosi, pensano che giocare tre partite a fila ad un buon livello di gioco e di risultati sia sufficiente per volgere lo sguardo al cielo e pensare in grande. Gli allenatori seri, i giocatori seri, gli uomini seri no. Loro sanno benissimo che si soffre e si lotta con il coltello tra i denti fino all’ultima giornata.

Oggi, l’allenatore che pensa in grandissimo, si è permesso di schierare un centrocampo certificato a due così la squadra è apparsa subito spaccata: la difesa a cinque, l’attacco a tre; e nel mezzo i due disperati Amrabat e Castrovilli che hanno retto quello che hanno potuto.

Mi permetto anche di segnalare che l’unica cosa che non dovevamo concedere al Napoli era il contropiede, e infatti, i primi tre gol si sono presi tutti su contropiede. Visto che ci sembra di giocare bene se si pareggia in casa con Bologna, Sassuolo e Verona ci avrebbe fatto schifo venire via con un punto da Napoli?

A chiusura segnalo anche che mi sembra di capire che le colpe ricadano principalmente sui giocatori, che sono usciti da campo senza nemmeno un’ammonizione. Bravo Prandelli, gran signore!

5 Commenti

  1. Io credo che la situazione della Viola non sia risolvibile.Inutile farsi illusioni sulmercato di gennaio, perché quei pochissimi giocatori validi (Milik, Gomez) non hanno nessuna voglia di venire in una società così mal amministrata e mal gestita che non ha un minimo di programmazione per il futuro. Siamo purtroppo destinati a vivacchiare nei prossimi anni, con l’unico obiettivo degli ultimi tre anni: evitare la retrocessione.Oltre ai giocatori che non vogliono venire, ci sono quei pochi di medio livello che appena possono se ne vanno. Oltre ciò, sono veramente stufo di una Viola che fa da serbatoio alla Juventus, da Baggio in poi! E che cosa dire di cessioni come quelle di Ilicic, Muriel, Veretout, ecc.?
    E’ mai possibile che non si indovini mai una campagna acquisti? L’elenco dei fallimenti sarebbelunghissimo, dai vari Maxi Olivera ai Duncan, Pulgar, Lirola,ecc. Ma nessuno pensa di fare uno stage al Sassuolo, al Verona o all’Atalanta? Forse imparerebbe a valutare un po’ meglio i giocatori!

  2. La formazione era evidentemente sbagliata, ma gli uomini erano quelli giusti, secondo il progetto tecnico della Fiorentina. A volte per prendere decisioni difficili, occorre avere dure evidenze. Spero che da oggi si possa cambiare regime e si possa fare la formazione (e il mercato) senza guardare in faccia nessuno.

  3. Caro Carlo… da tifoso non posso perdere la speranza… ho perso la fiducia e mi rimane solo la speranza… che questa sia la proprietà giusta che ci possa far vincere lo scudetto 🙂

    La proprietà giusta erano anche i DV… avevano soldi e idee… ma non gli hanno fatto fare lo stadio. Non per colpa della politica Fiorentina, ma per colpa della politica Romana… perché è lì che si decide tutto. Perché se la Fiorentina sale, prende posti importanti e qualche altra squadra deve cederli.
    Oggi Commisso ha + idee, + soldi e – interessi in Italia. Riuscirà a fare meglio? Vedremo…

  4. Ah… i fallimenti di mercato.
    Maxi Olivera non lo conosceva nessuno, mentre Lirola, Pulgar e Duncan li conoscevano bene e sono anche costati diversi soldi.

    Lirola abbiamo visto che è tanto veloce quanto timido ed ha una fase difensiva imbarazzante. L’avrà scelto Montella?
    Duncan, almeno io non l’ho quasi mai visto giocare, quando l’ho visto ho pensato cosa poteva averci visto Iachini in più di Benassi.
    E Pulgar… le punizioni, i calci d’angolo (ultimamente nemmeno quelli), i rigori… e poi? Non è veloce, non è tecnico, non è cattivo, non è intelligente, non ha il lancio di 40 metri. Ma anche Pulgar l’ha scelto Montella.

    Insomma, 45 milioni nel cesso… Errori del genere Corvino non li avrebbe commessi.

  5. Ha ragione Carlo a dire che non dobbiamo farci illusioni con il mercato di gennaio. Sicuramente non per sperare in risalite miracolose. Però la Fiorentina parte da una rosa che non è da lotta salvezza. Il problema è che ci siamo infognati su una linee offensiva che non ha una logica, con Ribery, Vlahovic, Bonaventura, Callejon, Kouamé. Se si considera che comunque Castrovilli deve essere titolare, si fa fatica a trovare un modulo che ne supporti almeno 2 di questi 5. E ora abbiamo preso anche Kokorin e diventan 6.
    E a proposito di campagne acquisti, quando Corvino si muove a budget basso (specie per stipendio calciatori) qualche Corvinata la fa… però tutto sommato la struttura di questa squadra è sempre la sua (Drago, Milenkovic, Biraghi, Pezzella, Castrovilli, Vlahovic, Venuti). Pradé ha potuto acquistare un terzino a 12 milioni, dare stipendi sopra 2 milioni, ma non è riuscito a far salire il livello della squadra; soprattutto sembra non esserci un disegno chiaro. Perché prendere Callejon se mi manca l’altro esterno equivalente, visto che ho dato via Chiesa e Sottil. E Bonaventura l’ho preso perché ero convinto di fargli fare la mezzala? E fra Castrovilli, Amrabat e BOnaventura chi è la prima riserva? Oppure Pensavo di avere centrocampo a 2 più 3 trequartisti … però premesso che BOnaventura possa fare il centrale dei 3 e a destra Callejon, a sinistra quel ruolo non può farlo certo Ribery (ho dubbi anche su Callejon a destra). Se poi faccio 4-4-2, dei 6 sopra ne taglio fuori 4. Finché Prandelli non esce da questo equivoco, non possiamo prendere una strada tattica decisa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.