Più di tre punti

Alcuni risultati in un campionato possono impattare più dell’aritmetica dei punti persi o guadagnati. Poteva farlo la batosta di Napoli e paradossalmente è stato veramente un bene che sia capitata con il presidente vicino alla squadra. Allo stesso modo la vittoria di stasera vale più di tre punti messi in cascina. Questa vittoria, infatti, tiene molto lontano il Crotone e probabilmente aumenterà anche il distacco dalla terzultima. Ci fa scavallare a fine girone di andata i 20 punti, che proiettano ai 40 finali. La gara inoltre, ha visto una prestazione convincente del nostro 10 Castrovilli, ideatore delle due azioni da gol. Ha visto la prima rete, molto bella, di Bonaventura, che potrebbe ridare fiducia e autorevolezza al giocatore. Ha visto la settima rete di Vlahovic che a metà percorso ha già superato se stesso. Ha visto un Ribery meno catalizzatore, ma più funzionale al gioco con e senza palla della squadra, anche se dopo l’ora di gioco è andata in netta difficoltà fisica. Nonostante il risultato sia stato in bilico fino alla fine, si è visto una buona fase di non possesso e di difesa. Insomma, una vittoria che da’ quel minimo di sensazione di aver scollinato il sentiero di difficoltà e incertezze. Certo non c’è da rilassarsi, anche perché il Crotone, ultimo, ha dimostrato di avere una sua identità, un gioco ben organizzato, alcune buone individualità. E tutte le squadre in basso si stanno rafforzando.

Anche in base anche ai nomi di mercato, sembra per ora scontato che il modulo privilegiato da Prandelli rimanga il 3-5-2. E anche stasera si è visto che con questo assetto la squadra si esprime in modo più sicuro. E devo dire che a tratti si è visto anche un buon gioco. Anche perché Amrabat sembra iniziare a prendere un po’ le misure e i tempi per giocare da mediano. Certo, un giocatore come Torreira sarebbe interprete perfetto, anche se come detto sopra Bonaventura sta arrivando a buoni livelli e non è semlice lasciarlo in panchina. Purtroppo ci sono evidenti incongruenze tattiche sul modo con cui è stata costruita la “rosa dei titolari”. E infatti stasera Callejon non ha visto il campo. Con il 3-5-2 è importante che ci siano giocatori vicino a Vlahovic. Anche se il giovane attaccante sta migliorando nel gioco spalle alla porta per far salire la squadra, è evidente che ha maggiore predisposizione nell’attaccare la porta, in verticale, cercando anche combinazioni rapide. Ribery ha provato a giocare più vicino al Serbo. L’intesa non sempre è perfetta, come a volte non lo è con Castrovilli. E’ qui che si deve migliorare, come d’altra parte Vlahovic deve acquisire più freddezza e lucidità quando c’è modo di attaccare in superiorità. Oggi la Fiorentina è riuscita a impostare 4/5 ripartenze veramente micidiali che potevano chiudere la gara. Su questo occorre lavorare e sicuramente Kokorin può essere un interprete efficace. Con il 3-5-2, sarebbe importnate trovare anche un forte esterno di destra. Caceres è giocatore di sostanza e in certe gare fa comodo. Per una Fiorentina maggiormente propositiva servirebbe però un sostituto di Caceres che interpretasse in modo più aggressivo il ruolo.

La Fiorentina intanto si prende questi tre punti e chiude girone di andata con un mezzo sorriso. E se questa vittoria ha la forza veramente di portare qualcosa di più di tre punti, tocca a Prandelli cogliere l’occasione.

1 Commento

  1. ossigeno puro…

    Ho visto solo il secondo tempo perciò non posso dire troppo. E’ tuttora evidente che siamo una squadra dal fiato corto e poco fisica a centrocampo.
    Contento per Bonaventura che si meritava il gol da diverso tempo, Vlahovic che ha fatto un altro gol facile e per Quarta che ha fatto un ottimo quarto d’ora.

    Sul mercato con una seconda punta veloce, il pazzo pistolero Russo, siamo a posto davanti. Siamo a posto come centrali difensivi, ci mancano degli esterni, ve benissimo uno a destra, e almeno un centrocampista che sappia davvero unire quantità (picchiare) a qualità (impostare).

    Pensare di dover vedere il 3-5-2 per tutto il girone di ritorno mi deprime…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.