Coinvolgente e appassionato

Mister Italiano
Mister Italiano

Durante la conferenza stampa della partita che doveva finire con 30 gol per noi ed è finita solo 7-1, mi sono venuti in mente due aggettivi per descrivere il nostro nuovo mister Italiano: coinvolgente e appassionato.

Coinvolgente perché dopo una settimana è evidente che non trascura niente e nessuno, e tutti hanno parlato di un mister martello. Credo che un cambiamento di modalità di gioco, ma sopratutto un cambiamento di approccio al gioco e quindi di mentalità, debba necessariamente passare per un lungo (speriamo non tanto) periodo di allenamento e debba essere compreso da tutti i componenti del gruppo.

Appassionato perché si vede e si sente che è una persona “malata” di calcio e fortemente determinata. Pensatela come vi pare ma era tantissimo tempo che a Firenze non avevamo un mister con la voglia, la determinazione, la fame che ha Italiano. Ricordo allenatori seri, disciplinati, esigenti, ma non ricordo nessuno che si sia messo a “tirare il gruppo” così come sta facendo mister Italiano.

Sottil e Saponara

In questi giorni ho sentito anche le conferenze stampa di Sottil e Saponara e devo ammettere che mi sono sembrati completamente diversi da come li ho visti in campo finora. Per entrambi mi è venuto in mente il proverbio “tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare”, perché tutti e due hanno parlato con una determinazione e una grinta che non hanno mai manifestato in campo.

Saponara l’ho visto giocare davvero poche volte, perché a Firenze ha fatto sempre pena, e tutte le volte ho notato una buona tecnica, delle buone intuizioni, ma una totale assenza di grinta ed una pressoché assente fase difensiva.

Sottil, invece, l’ho visto giocare un po’ di più, e lo ricordo grintoso e combattivo quando giocava nella primavera, mentre quando giocava in prima squadra più che altro un fuoco di paglia: qualche dribbling come fiammata iniziale, qualche corsa e rincorsa fino ad un lento assopirsi sulla fascia.

Vedremo quale effetto avrà su di loro il nuovo sistema di gioco super propositivo di mister Italiano.

1 Commento

  1. Sono molto fiducioso in Sottil, perché Italiano è l’allenatore giusto anche entrare nella testa dei giovani. HO non pochi dubbi su Saponara. E’ un ragazzo intelligente, sa che questo è il suo ultimo treno. Ma non è facile a 30 anni cambiare le sorti di una carriera, che ti ha visto sempre fare uno, a volte due, ma mai il tre. Paradossalmente credo più in Callejon, perché se ritrova lo spirito giusto, in questo schema di Italiano può fare senza problema la seconda scelta sulla fascia destra.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.