Trivinta

Se volevamo una reazione dopo il nulla di Torino, non poteva esserci una risposta migliore di quella che la Fiorentina ha dato al Maradona di Napoli. Alla fine dei 120 minuti l’abbiamo stravinta. La cosa su cui dobbiamo un po’ riflettere, nel bene e nel male, è che l’abbiamo trivinta. Ovvero abbiamo dovuto vincerla (e comunque siamo riusciti a vincerla) per ben tre volte.

All’inizio la gara era equilibrata, anche veloce, ma verso la metà del primo tempo la Fiorentina ha preso nettamente in mano la gara. E il vantaggio con Vlahovic non è certo arrivato a caso. Funzionava bene la catena Biraghi-Duncan-Saponara. Alla fine del primo tempo la Fiorentina aveva il dominio della gara. Poi i due minuti folli di Dragowski: palla data al Napoli a 25 metri dalla porta e poi lettura completamente errata nell’uscita dall’area di rigore e seconda espulsione in stagione. E qui per la prima volta abbiamo gettato al vento la gara. La sorpresa è che nella ripresa, in 11 contro 10 la gara è equilibrata. Ci difendevamo, ma si capiva che potevamo fare male. E’ arrivato il gol di BIraghi su punizione. E’ arrivata un’ottima occasione per Gonzalez. Poi sciocchezza ed espulsione di Lozano. Seconda ammonizione e espulsione a Fabian, con Ikone fermato dall’arbitro praticamente in porta. La partita era chiusa, finita, vinta. Invece no: lisci a gogo , pareggio, supplementari. Per la seconda volta, vittoria buttata. E temevo i supplementari. Invece devo dire che ITaliano è stato bravo a ricaricare la testa ai giocatori. La Fiorentina così ha messo completamente alle corde il Napoli. Dopo una pressione netta e continua è arrivato il bel gol di Venuti. E alla fine l’abbiamo stravinta. Appunto, trivinta.

A valle dei post di questi giorni, è giusto dire che in questo momento il Napoli non è baciato dalla dea fortuna. Più di altri sta pagando ondata covid. Secondo me rimane una delle migliori del campionato. Secondo me stasera è sempre stato in difficoltà fisica e anche tecnica con i viola. E noi abbiamo fatto il bello e il brutto. Però dobbiamo fare i complimenti alla squadra viola e ad Italiano, perché vincere a Napoli non è mai semplice e, a parte i classici episodi horror, la Fiorentina ha saputo dominare questa gara.

Siamo ai quarti. Un bel risultato. Abbiamo note positive anche dai nuovi arrivati Piatek, subito in gol, e Ikoné. Abbiamo però anche dei problemi importanti. Il primo è il portiere. Dragowski è un buon portiere, non adatto al gioco di Italiano. Terracciano è un’ottima riserva, adatto al gioco di Italiano. Abbiamo secondo me un problemino anche sui centrali di difesa, perché Nastasic sembra lontano dai suoi livelli di un tempo. E con Quarta ai box, non è rassicurante dover contare solo su Igor. Abbiamo il problema Vlahovic. Con le nuove dichiarazioni di Barone è chiaro che la società ha dichiarato guerra al centravanti e al suo team. Va bene che abbiamo Piatek, ma può essere un giochino molto pericoloso. Certo se Vlahovic continua a segnare ad ogi gara. Però si sta tirando un po’ troppo la corda.

Commenta per primo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.