Vittoria sulle spine

Di questi tempi le partite della Fiorentina dovrebbero durare un tempo. Domenica con la Cremonese e soprattutto stasera con il Twente nel primo tempo la Fiorentina ha dominato, ha dato spettacolo, avrebbe vinto con buon margine. Nella ripresa invece i viola sono spariti dal campo, in evindente difficoltà fisica e forse anche un po’ impauriti. Nonostante alla fine il Twente abbia fatto un solo tiro (e un gol), è stata una vittoria sulle spine. Fino alla fine c’è stato infatti il timore che accadesse qualcosa di brutto. Una vittoria sulle spine anche per la gara che dovremo andare a fare giovedì prossimo, in Olanda. Per fortuna non c’è più la regola del gol in trasferta. Per fortuna giocheremo con qualche minuto in più sulle gambe. Ma ci sarà da soffrire.

Oltre alla condizione fisica, c’è da sottolineare anche la presenza di qualche giocatore al momento non all’altezza, come Nastasic, Duncan (speriamo sia solo un fattore di condizione) e, nella ripresa, Ikoné. E devo purtroppo sottolineare che Maleh ha corso davvero tanto, ha fatto pressing continuo, ma è risultato più volte innocuo (correndo spesso a vuoto) se non dannoso.Per fortuna ha funzionato da subito la catena di sinistra Biraghi – Sottil. E Gonzalez prima e Cabral dopo si sono fatti trovare pronti. Più sprecisi e spreconi dalla distanza sono stati invece Maleh, Duncan e Amrabat. Quest’ultimo ha giocato molti palloni, ma non mi ha convinto del tutto nella gestione degli stessi. Le sostituzioni purtroppo non hanno cambiato inerzia del secondo tempo. Unico che sembrava avere un passo diverso è stato Koumé, ma ha avuto davvero poco tempo a disposizione.

Questa squadra ha davvero bisogno di un rinforzo a centrocampo, oggi il reparto più in difficoltà (anche in parte nel primo tempo). Ha bisogno ovviamente di trovare il miglior Dodo, il miglior Bonaventura e il miglior Igor, sperando di averli tutti a disposizione in Olanda. Il Twente ha dimostrato di essere una buona squadra, comunque alla nostra portata. Adesso bisogna preoccuparci di recuperare più giocatori possibili, possibilmente giovani, perché appunto stasera abbiamo ottenuto e giovedì dovremo gestire una vittoria sulle spine.

2 Commenti

  1. Non capisco la sottolineatura su Nastasic, sinceramente abbiamo subito un solo tiro, qualche passaggio sbagliato non condiziona, almeno per ieri sera, niente del risultato !

    • Ciao banale, sicuramente dobbiamo ripartire dalla consapevolezza che siamo in vantaggio e che dobbiamo andare a prenderci questa qualificazione. Però, per quanto mi riguarda, penso che la condizione di Nastasic sia per noi un problema e spero tanto che Igor sia disponibile la prossima settimana

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.