Idem con patate

Alla fine è andata proprio come lo scorso anno. Come in qualche modo Simone ci aveva messo in guardia nel suo commento al post: https://iotifofiorentina.net/2022/10/07/good-news/

Potremmo dire idem con patate, visto che questa volta sono stati 4 i gol subiti senza riuscire a segnarne alcuno. Però faccio fatica a dare eccessiva colpa al gioco di Italiano e all’atteggiamento tattico della squadra. La Fiorentina nel primo tempo ha creato 6 occasioni nitide per segnare, riuscendo 3 volte a centrare la porta, ma senza mai buttarla dentro. La Lazio ha fatto due reti, ma non in contropiede, bensì a difesa schierata. La prima su un calcio d’angolo anche abbastanza semplice nella lettura. Il secondo con un bell’assist di Milinkovic Savic, ma con difesa schierata… e immobile. E’ facile dire Lazio squadra cinica, forte davanti, solida dietro. Possiamo dare il merito a Vecino e Zaccagni di essere stati molto scaltri e bravi a girare di testa in avvitamento (fra l’altro gol molto simili), seppur con chiare responsabilità dei nostri. Ma nelle occasioni sprecate è stata solo la nostra poca confidenza con il gol a salvare la Lazio. Jovic prima tira centrale, poi butta fuori da 3 metri. Bonaventura dal dischetto e mezzo specchio libero fa un assist improbabile. Ikoné fa il tiretto aggiro dal limite. Solo su colpo di testa di Quarta c’è stata un’ottima parata di PRovedel. E su tiro di Mandragora sulla traversa anche un po’ di sfortuna.

Nella ripresa siamo partiti di nuovo forte e Jovic e Gonzalez hanno di nuovo sprecato occasione ottima. Dopo di che dopo il decimo minuto e per oltre 15 minuti Lazio e arbitro hanno deciso che non era più importante giocare. E questo ha ghiacciato il fervore con cui eravamo ri-entrati in campo. Dopo il 70-esimo la Fiorentina stanca, appannata e anche indebolita dall’entrata di Saponara, Barak e Maleh è sparita e si è completamente esposta ai contropiedi della LAzio.

Questa, seconda me, la lettura della gara. Non dobbiamo certo prendere quanto sopra come alibi. Non dobbiamo far finta di vedere che la situazione in campionato sta diventando critica. Però se su 8 occasioni nitide solo in 3 troviamo la porta e comunque non segnamo, c’è un evidente problema che viene prima di ogni idea tattica, tecnica e di formazione. Dopo di che ci sono anche dettagli sui singoli da analizzare. Ikoné non riesce a smentire se stesso, sempre troppo evanescente in quello che fa. E anche Bonaventura continua a essere in affanno. Purtroppo si è visto che Gonzalez ha una condizione ancora precaria. E Barak sembra davvero imballato. Jovic ha concluso abbastanza e sempre male. Però questa volta non è riuscito molto ad entrare nel vivo del gioco. E anche Dodo ha spinto con il freno tirato. Amrabat e Mandragora secondo me non hanno fatto male e vale la pena insistere sui due. Difficile capire invece perché è stato tolto Kouamé che è l’unico motore a pieni giri dell’attacco viola.

Forse è stato fatto riposare per giovedì. Si, perché fra tre giorni dobbiamo provare a rimetterci completamente in carreggiata nel cammino europeo. Solo dopo pensaremo al campionato, dove la trasferta di Lecce arriva già come prima trasferta scomodo per una classifica che si è fatta un po’ sdruccevole.

1 Commento

  1. Lunedì ho preferito la piscina alla Fiorentina ed ho fatto bene, quando stavo per mettermi al PC per guardare la partita eravamo già sullo 0-2 quindi ho preferito fare cena senza partita, mi sarebbe andato tutto di traverso.

    Però… Però non ho potuto fare a meno di guardare gli highligth e devo dire che il risultato, sopratutto quello del primo tempo, è davvero bugiardo. La Lazio ha avuto due occasioni ed ha infilato due gol, noi molte di più senza insaccarla mai.

    Quindi, dopo la vittoria in coppa, direi di ripartire con fiducia e di non fallire la prossima con il Lecce.

    Ora non è il momento di guardare la classifica, ma è il momento di smettere di far giocare Ikoné, Bonaventura e Saponara. C’è bisogno di gente fresca, che corre, picchia e non leva la gamba.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.