Secondi, con un gol per rimpianto

Arriva con un po’ di ritardo il post gara dell’ultima partita del girone in Conference League. Le probabilità che la Fiorentina raggiungesse il primo posto erano veramente minime. E di fatto dopo quattro minuti, il gol dei turchi contro gli Hearts ha reso la partita della Fiorentina in Lettonia poco più di una amichevole. Una partita su cui non c’è molto da dire, quindi. Bene comunque averla vinta, anche con una formazione con molto turn over. Tutte belle le reti segnate da Barak a Cabral e soprattutto Saponara. E nella ripresa, quando la Fiorentina ha staccato la spina, si è avuto conferma che Terracciano anche quest’anno è titolare indiscutibile. Arriviamo quindi secondi e non ci faremo mancare neppure il play off per accedere agli ottavi. Come unica considerazione, abbiamo chiuso secondi con un gol per ogni rimpianto di questo girone. La Fiorentina ha infatti sprecato in tre occasioni la possibilità di chiudere il girone in testa. La prima è stata proprio la gara a Firenze con il Riga. Se uno ci ripensa è davvero inspiegabile come sia potuta finire in pareggio. Il secondo rimpianto è la gara in Turchia. Abbiamo pagato forse proprio l’inesperienza europea di questa squadra. Capire che a volte è importante anche rendersi conto della giornata no e limitare i danni. Infine, terzo rimpianto, è la gara di ritorno con i turchi. La Fiorentina di oggi aveva nelle corde di vincere con almeno tre gol di scarto. Abbiamo dimostrato che siamo superiori a tutti nel girone. E’ andata così e la squadra di Italiano cercherà ovviamente di superare il nuovo ostacolo europeo. Detto questo la Fiorentina si sta ritrovando e questa è la cosa più importante.

1 Commento

  1. Il rimpianto vero è proprio la gara d’andata contro i Lettoni, fu una partita molto scarognata con tante occasioni e solo un gol, però eravamo in un momento proprio sfavorevole.

    Il passaggio del turno ci ha garantito un po’ di serenità e qualche soldino e, ad essere sinceri, tutte le potenziali avversarie per gli spareggi sono alla nostra portata. Quindi pochi discorsi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.