Brutta giornata

Come sempre, ma forse in modo diverso da sempre, c’era molta attesa per la partita con la Juventus. Mai come questa volta si arrivava a questa sfida con la sensazione di un Davide contro Golia senza scampo. Ma c’era la voglia di vedere e di fermare il giocatore più forte del mondo; c’era la voglia e la speranza di fare un grosso regalo a Firenze e al campionato. C’erano i presupposti perché fosse comunque una bella giornata, con lo stadio colorato, la coreografia in curva, una squadra con la voglia di riscatto. E’ stata invece una brutta giornata, per la Fiorentina, per i suoi tifosi, per Firenze, ma direi anche per il calcio. Iniziamo dalla gara: sconfitta netta, ma immeritata nel punteggio. La Fiorentina per oltre un’ora è stata in partita, limitando i danni e arrivando a creare buone occasioni da rete. La difesa è sempre stata molto attenta, i tre attaccanti juventini hanno giocato sempre molto alla larga dall’area viola. Peccato per l’eccessiva attenzione a Ronaldo nel primo gol bianconero, che ha spalancato le porte a Betancour. Sia prima, sia soprattutto dopo la Fiorentina ha avuto buonissime occasioni. Ma non segna. Difficile darsi una spiegazione che non sconfini in giudizi severi ed alla fine ingiustificate sui singoli. Ma non la buttiamo mai dentro, neppure per sbaglio. Diffcile trovare una critica diversa alla squadra Pioli, almeno fino al due a zero. Ha provato ad attaccare, ha creato occasioni (non così scontato con i bianconeri), ha retto l’urto dei contropiedi, accettando spesso un uno-contro-uno con giocatori come Dybala e Ronaldo, senza capitolare. Lo ha fatto invece con un gollazzo di Chiellini, strano, troppo strano da mandar giù. Qui la Fiorentina ha accusato il colpo e poi c’ha pensato Orsato al KO, con un rigore per me davvero incredibile (allo stadio non avevo visto; visto in TV sembra davvero un regalo ai bianconeri). Tutto questo bastava perché fosse una brutta giornata.

Ma non è finita qui. Qualche delinquente mascherato da tifoso ha fatto delle scritte assurde sull’Heysel e Scirea. Lo ha fatto di nascosto, in un contesto squallido come il loro cervello. Fatto deprecabile, inaccettabile, assolutamente da condannare. La domanda però è: cosa c’entra questo con la Fiorentina? Cosa c’enta soprattutto questo con Firenze? Contro qualche mente malata non c’è soluzione, non c’è battaglia che tenga. Ma perché il signor Nedved (e altri della combriccola bianconera) hanno contrapposto il gesto fatto da Chiellini come tesserato (ed amico di un calciatore come Astori) con il gesto di questi signori? Perché giornali, siti web, addirittura il TG1 hanno parlato di questo fatto e nessuno mai ricorda  come da anni la società viola gestisca il fair play fuori dal campo ed in campo a fine gara, compreso ieri dopo la brutta sconfitta con l’eterna rivale? Questo gesto è l’effetto collaterale di un calcio da tempo malato, che si alimenta del “lui è peggio di me”, perché dando rilievo a gesti isolati, si alleviano fatti sistematici, come le violenze di certe tifoserie, come la malavita nella vendita dei biglietti e nella gestione delle curve. Brutta giornata per il calcio. Brutta giornata soprattutto per i tifosi viola, per la Fiorentina e per Firenze, sconfitti due volte, come purtroppo accade sempre più spesso.

1 Commento

  1. Mi limito ad un commento sul calcio giocato.

    Ho visto 10 minuti di partita, da qualche minuto prima del loro primo gol a quello sbagliato da Simeone, in quel momento ho chiuso perché se contro la Giuventus si sbagliano certi gol non si può che perdere.
    Ho sentito dire da tre persone che fino al 2-0 la Fiorentina non aveva demeritato, Davide lo conferma con il suo articolo. Come sempre la Fiorentina non demerita ma alla fine i punti non arrivano.

    Mi ritornano in mente le parole del babbo di un mio amico qualche tempo fa: “Tanto Pioli è buono solo il primo anno”. Ecco, io ho paura che siamo arrivati a fine ciclo Pioli, troppo piatto per essere un vero allenatore.

    Vero che se Simeone non fa gol, nonostante valga ormai più di 50 milioni, la colpa non può essere dell’allenatore, ma perché Simeone si deve svenare a correre dietro a tutti?

    Inoltre, ed è la cosa più assurda che vedo nella Fiorentina di quest’anno, perché Veretout, che ha dimostrato di essere un’ottima mezzala, quest’anno è stato dirottato a fare il mediano?

    Lo so, dico sempre le stesse cose, ma ancora Pioli non ha dato risposte soddisfacenti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.