Vinta di sciabola

Voglio rubare una delle definizione di Simone, per titolare questa bella e importante vittoria della Fiorentina a Bergamo. FIn dal primo giorno del suo arrivo, siamo tutti molto incuriositi dal metodo di lavoro e soprattutto dall’impronta che Italiano vorrà e potrà dare a questa squadra. Direi che ci siamo sempre molto focalizzati sulla capacità di possesso e di pressing alto. Insomma, ci poteva essere la sensazione che si volesse tendere a vincere di fioretto, un po’ come è accaduto nella prima era Montella. Beh, stasera l’abbiamo vinta di sciabola, accettando duelli a tutto campo, a partire da quello fra Vlahovic e Palomino, per arrivare a quello di Milenkovic con Zapata. E ad un certo punto siamo stati anche sufficientemente cattivi… al pari almeno dell’Atalanta.

Abbiamo sfruttato gli episodi favorevoli del VAR del primo tempo per dare una certa inerzia alla partita. Posso accettare che i due epidosi, gol annullato e primo rigore, accendano il dibattito. Trovo fazioso, poco professionale l’atteggiamento dell’Atalanta, che li ritiene scandalosi e senza fondamenta. Io penso che siano state prese due decisioni corrette, in linea con il regolamento, in tutti i suoi passaggi, dal metodo di applicazione del VAR, al ruolo di interpretazione dell’arbitro. Si può dire che non si è d’accordo, ma non dire che non si sono applicate regole e procedure.

Venendo alla gara, secondo me il vero neo emerso stasera è l’aver dimostrato una certa debolezza sugli esterni alti. Non bene Callejon, malino per non dire male Sottil. Lo spagnolo diciamo che ha fatto il minimo sindacale, mentre il giovane viola ha veramente sprecato tutto quello che poteva sprecare, di testa prima ancora che nelle esecuzioni. Speriamo davvero di non dover rimpiangere troppo il colpo rimasto in canna nella fase finale del calciomercato. Mi è piacuta invece molto la difesa, in particolare Milenkovic. Buono anche l’esordio di Odriozola. Un po’ altalenante Duncan, ne fa una cotta e una cruda. Però il fatto che ITaliano gli dia fiducia potrebbe essere buon segnale. Torreira è stato sempre molto marcato, comunque la sua presenza si sente… sembra che faccia le stesse cose di Pulgar, ma è più veloce di testa e di piede. Bene Bonaventura. E poi Vlahovic che sta diventando sempre più centravanti totale: per due volte è arrivato a 5 cm dal gol, su palle taglienti davanti alla porta.

Nella riresa per un quarto d’ora circa abbiamo sofferto la potenza d’urto e di qualità dell’Atalanta. Però in almeno 3 contropiedi potevamo chiudere la gara. Negli ultimi 20 minuti comunque la Fiorentina, anche con le forze fresche, è praticamenet riuscita a controllare la gara. E si torna a casa con la rabbia di Gasperini e tre punti davvero molto importanti, perché ci aspettano ancora gare molto difficili.

2 Commenti

  1. MI sono dimenticato di commentare Terracciano come titolare. Mi sembra al momento una scelta precisa di Italiano. Molto bravo in 2/3 occasioni in porta. Davvero preciso per tutta la gara e sotto molte sollecitazioni con i piedi. Nuovo titolare?

  2. E’ stato un vero piacere leggere l’articolo di Davide scritto proprio a caldo. E quando gli articoli sono scritti a caldo è perché c’è una certa partecipazione 🙂

    Io rispondo a freddo, ma ho avuto la sua stessa partecipazione alla partita contro l’Atalanta, partecipazione che ha accomunato tutti i tifosi della Fiorentina, tutti entusiasti di un risultato positivo.

    Senza fare voli pindarici con la fantasia e strapparsi i capelli dalla gioia, quello che stanno facendo giornalai, mi limito a scrivere qualcosa sulla partita.

    L’anno scorso, a Bergamo contro l’Atalanta, giocammo una partita inguardabile, prendemmo tre pere ma potevano essere almeno sei. Quest’anno siamo stati sempre in partita e abbiamo ribattuto azione su azione, pedata su pedata, ammonizione su ammonizione all’Atalanta. Poi siamo onesti e diciamo che se non fosse stato annullato l’1-0 sarebbe stata tutta un’altra partita; nel risultato ma non nella volontà e nell’applicazione dei nostri calciatori.

    E’ fondamentale per una squadra del calcio moderno, in cui si gioca in 11+5, in cui si giocano molti turni infrasettimanali, almeno la coppa Italia la giochiamo anche noi, avere la rosa pronta, avere una squadra composta da 20/22 giocatori di cui tutti si sentono parte integrante. Italiano questo lo fa benissimo, è stata una sorpresa vedere Duncan in formazione, è stata una sorpresa vedere Odriozola pronto subito (splendida la pedata sull’ammonizione), è stata una sorpresa vedere Amrabat giocare 15 minuti di partita senza calamitizzare il pallone.

    Di Sottil vorrei dire che mi sembra si sia applicato più di Callejon nella fase di non possesso e che ha fatto un paio di scelte discutibilissime in quella di possesso. Ma è giovane, facciamolo sbagliare.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.